Tutte 728×90
Tutte 728×90

Isocasa, a Capo d’Orlando trasferta impossibile

Isocasa, a Capo d’Orlando trasferta impossibile

Visita a domicilio nella tana dei leoni. Coach Seidita prepara una sfida che sulla carta non ha storia.

isocasa_cosenzaMissione impossibile o quasi. Dopo il turno di riposo osservato domenica scorsa, il calendario riserva all’Isocasa Cosenza una trasferta proibitiva sul terreno di gioco del Capo d’Orlando, padrona assoluta del girone H e leader incontrastata con i suoi 36 punti in classifica. Match dal pronostico sulla carta chiuso per Pate e compagni che partiranno alla volta della Sicilia consapevoli delle difficoltà della gara ma, anche, decisi e determinati a giocare fino in fondo la gara. Del resto sono proprio queste le partite che ti danno maggiori motivazioni ed una carica in più per cui, il quintetto di coach Seidita, ha tutto da guadagnare e nulla da perdere. Brutte notizie arrivano dall’infermeria che, da giovedì sera, ospita anche Giannotta il quale si è infortunato ad un dito e dovrà stare fermo per almeno quindici giorni. Sulla via del definitivo recupero Rea il quale, pur non essendosi regolarmente allenato in questi giorni, sarà della partita; probabile anche il rientro del pivot Perrone, assente dai parquet da più di un mese. Il nuovo tecnico rossoblù ha lavorato molto in questi giorni sotto il profilo tattico, cercando di migliorare alcuni meccanismi soprattutto in fase difensiva ma, il lavoro più importante, ha continuato ad essere quello psicologico con l’obiettivo di ridare fiducia ai giocatori e ricreare compattezza e determinazione all’interno della squadra. La mano di Carmelo Seidita, che domenica prossima siederà per la terza volta sulla panchina dell’Isocasa, sembra avere iniziato a dare i suoi frutti vista l’ottima prestazione interna contro Gioia Tauro, pur se sconfitta l’Isocasa Cosenza ha disputato una gara convincente, ed il successo esterno sul terreno dell’Adrano. Ora arriva la prova più difficile, sul campo della corazzata Capo d’Orlando: una partita da giocare con grande attenzione, concentrazione ed intensità convinti di non essere la vittima predestinata. Uno scivolone della capolista può sempre accadere e chissà se, Pate e compagni, non riescano a conquistare i due punti in palio che, inevitabilmente, sarebbero una grande boccata d’ossigeno per la classifica ma, soprattutto, una grande iniezione di fiducia per l’intero ambiente. La gara tra Capo d’Orlando ed Isocasa Cosenza sarà diretta dai signori Lombardo e Giacalone. 
 
 

Related posts