Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il pugliato ha varcato le mura

Il pugliato ha varcato le mura

Avviato dalla A.s.d. Boxe Popolare Cosenza un progetto educativo destinato ai ragazzi dell’Istituto penale minorile di Catanzaro.

a0bac7b0f0759d16f27759f14aac0d90_small

La fase di un match di boxe

Il pugilato approda anche nell’istituto penale minorile di Catanzaro, allontanando da sè i soliti pregiudizi che lo hanno accompagnato per tanto tempo. E’ sport di regole rigide, che impegna i ragazzi sotto molteplici aspetti, quindi in grado di coinvolgerli totalmente e disciplina educativa che migliora la conoscenza del proprio corpo e i propri limiti fisici naturali. Sin dai primi giorni questa attività è stata accolta positivamente dai ragazzi ed ha rappresentato per loro sicuramente una novità, quindi un’opportunità per tutti coloro che vorranno apprendere e misurarsi con questa disciplina. Il progetto vuole dare ai partecipanti quegli strumenti necessari per la valorizzazione delle proprie capacità individuali, della stima e fiducia in se stessi. Dunque la pratica motoria non è considerata in modo  semplicistico e riduttivo solo mero esercizio fisico, ma anche e soprattutto come attività educativa direttamente funzionale alla conquista di una maggiore consapevolezza della propria identità psicofisica. La struttura penitenziaria ha acquistato tutte le attrezzature necessarie allo svolgimento degli allenamenti: sacchi, corde, guantoni, caschi ed i ragazzi stanno iniziando ad acquisire le tecniche di base del pugilato svolgendo l’allenamento con dedizione ed impegno. Un’esperienza nuova anche per il tecnico dell’ASD Boxe Popolare, Gianfranco Tallarico, in quanto svolta in un luogo ed in una situazione ambientale differenti dalle palestre cittadine ma tuttavia entusiasmante. Trovare un punto di comunicazione e di relazione con i ragazzi attraverso questo sport è fondamentale così come renderli realmente protagonisti e consapevoli delle loro potenzialità. L’immagine che ciascun ragazzo costruisce di sè, come si percepisce, come si vede, passa attraverso la potente mediazione del corpo. Sapersi migliorare, saper collaborare con i compagni, mettersi alla prova in una strategia di attacco o di difesa, di crescere, di cambiamento, sono tutti elementi di forza per una sana costruzione della personalità. Anche quello dell’alimentazione è già diventato motivo di confronto con i ragazzi, che chiedono  spesso come e cosa fare per dimagrire e sentirsi in forma. A riguardo è anche intervenuto il presidente del comitato regionale calabrese Fpi, Avv. Vanessa Avolio, che con un messaggio destinato a tutte le società presenti sul territorio regionale, ha inteso rivolgere un plauso all’ASD Boxe Popolare Cosenza ed al suo tecnico, Gianfranco Tallarico.

Related posts