Tutte 728×90
Tutte 728×90

Festa Carpe Diem, è aggancio al primo posto

Festa Carpe Diem, è aggancio al primo posto

Il Rogliano perde 4-1 a Mirto e viene raggiunta dalla formazione rendese. Non ne approfitta il Citrarum che torna con le pive nel sacco da Melito Porto Salvo.

citrarum_c5jpgLa 20° giornata del massimo campionato regionale porta nuove emozioni, la capolista Rogliano cade malamente in quel di Mirto. I ragazzi di mister Madeo che, nelle ultime giornate viaggiavano a corrente alternata, quest’oggi ingabbiano gli all blacks. Partono bene i padroni di casa che dopo 10 minuti di studio passano in vantaggio con Golluscio. Pronta la reazione della capolista, che cerca di raggiungere in tutti i modi il pari, che arriva al 20′ su un autogol di Pace. Il Mirto non ci stà cerca in tutti i modi di siglare il gol del momentaneo vantaggio, solo  il palo colpito da Romano ed un ottimo Cristiano G. fanno si che il primo tempo finisca in parità. Il secondo tempo, inizia come l’avevamo lasciato, Mirto in attacco senza lasciare spazi al Rogliano, il buon gioco degli ionici vede i suoi frutti subito, infatti al 5′ Golluscio porta in vantaggio la propria squadra e dopo 2 minuti, allungano grazie alla rete di Romano. Rogliano frastornato, incapace di reagire come non mai, da il “la” alla compagine ionica per il 4° gol siglato al 15′ da Golluscio (tripletta). Nell’ultimo quarto d’ora la squadra di mister Mendicino cerca di rientrare in partita, ma gli ionici chiudono tutti gli spazi e non concedono chance. Rogliano che esce ridimensionata dalla partita odierna, non perde la vetta, ma adesso condivide il primato con la Carpe Diem, il Mirto tira una boccata di ossigeno, si allontana dai play out e si avvicina ad un punto dai play off. La Carpe Diem espugna il campo del Kroton, dopo una lunga rincorsa durata ben 13 giornate la squadra cosentina, riassapora il gusto del primo posto, anche se oggi ha dovuto sudare e non poco contro i ragazzi di mister De Santis. Infatti il Kroton parte bene ed appena dopo 5 minuti passa in vantaggio grazie a Tricoli, i crotonesi non si rilassano e concedono poco alla Carpe Diem che al 10′ subisce il 2 a 0 di De Cicco. Ma i ragazzi di mister Tuoto non ci stanno ed al 25′ accorciano le distanze con Abate, finisce cosi il primo tempo marcato Kroton. Il Secondo tempo inizia a rilento, come da copione la Carpe Diem cerca il pareggio immediato ed il Kroton si difende con qualche sfuriata offensiva, ma il bello viene nei 10 minuti finale, infatti i cosentini al 20′ trovano il pari con Abate, al 26′ arriva la beffa per i pitagorici, azione travolgente di Carpino sulla fascia finalizzata dal solito Abate, che cosi sigla la sua tripletta personale, ma cosa più importante da la vetta alla propria squadra. Il Citrarum non aprofitta del passo falso del Rogliano e cade a Melito di Porto Salvo, partono forte gli ospiti che passano in vantaggio con Ferraro e dopo 5 minuti di gioco, raddoppiano con Cipolla Fabio, solo nel finale di tempo si intravede la ripresa della Melitese che accorcia le distanze grazie a Pratticò. Il secondo tempo inizia nei peggiori dei modi per i padroni di casa, poiché il Citrarum spinge di più e si porta in vanatggio di 2 reti con il gol siglato da Stancati, tutti si aspettano una reazione dei ragazzi di mister Franco, ma cosi non è, anzi gli yellow submarine intensificano gli sforzi e si portano sul 4 a 1 con gol di Cipolla Fabio. Partita finita? No!!! Inizia lo show Melitese, che in 20 minuti e sotto di 3 gol compie l’impresa. Cuzzocrea F. apre le danze con una doppietta portando il risultato sul 3 a 4, Malaspina a 5 minuti dal termine pareggia e Pratticò nel finale mette a segno con un tiro libero il gol partita. I padroni di casa con carattere vincono una gran bella partita e si fanno sotto per un posto ai play off, al Citrarum manca la calma giusto nel momento clou del campionato, anche se i giochi sono aperti e la Carpe Diem insegna. L’Atletico Catanzaro espugna il campo della Maestrelli e si rimpossessa del 4° posto. I giallorossi dopo un primo tempo sottotono conclusosi 1 a 0 per i padrobni di casa grazie al gol di Fortugno, sfoggiano un ottimo 2° tempo. I ragazzi di mister Rtundo arrivano al pari dopo appena 4 minuti con De Santis G., poi non succede niente di eclatante per 20 minuti, anche in questo match gli ultimi minuti sono cruciali per la squadra di casa, al 22′ gli ospiti passano in vantaggio con Brandonisio, ma i Dragon’S al 29′ raggiungono il pari con Fiorenza. La maggiore forza di volontà e determinazione permia l’Atl. Catanzaro che al 30′ sigla il momentaneo 2 a 3 con Brandonisio e al 31′ chiude i conti sul 2 a 4 con Mardente. Atl. Catanzaro che cosi rientra nei play off, Maestrelli sempre più nell’oblio dei play out. La Fata Morgana espugna facilmente il campo del Città di Cosenza e vede avvicinare sempre di più le prime posizioni, partita che finisce 12 a 0 per i reggini, mentre la prima frazione vedeva già in vantaggio gli ospiti per 7 a 0. In gol sono andati 4 volte Praticò G., 3 volte Calafiore, 2 volte Rappocciolo ed un gol a testa Furfari, Crucitti e Polimeni. Gol e spettacolo a Rosarno nel derby tra S. G. Rosarno e Gallinese, scontro dal doppio sapore, che vede trionfare alla fine i padroni di casa per 14 a 10, il primo parziale si è concluso per 8 a 5, quindi tanti gol, le due squadre hanno combattuto colpo su colpo, la differenza l’ha fatta la maggiore determinazione e precisione sotto la porta, uomo partita Fazzari D. che mette a referto ben 7 gol. Il Rosarno finalmente riesce ad affacciarsi verso i play off, oggi alla Gallinese tocca il gusto amaro, che passa dalla zona play off della settimana scorsa alla zona play out di oggi. Ultima partita di giornata è lo scontro di bassa classifica tra Oratorio S. F. e Siderno, a trionfare sono i padroni di casa, che vincono una partita sul filo di lana, il Siderno onora egregiamente la partita, iniziandola nel miglior dei modi, portandosi avanti di 2 gol grazie a Mancuso prima e Vitale dopo, ma i silani si scuotono e riescono a mettere la gara nel verso giusto grazie al gol di Spano che accorcia le distanze, al pari ci pensa Cordua   a fissare il risultato della prima frazione di gioco, ci pensa Alessio, il Siderno ha la possibilità di pareggiare, ma Iannopollo sbaglia il tiro libero. Nel secondo tempo il Siderno riporta la partita in equilibrio grazie a Vitale, ma i ragazzi di mister Federico non ci stanno e grazie a Ferrise ripassano in vantaggio, ma la partita rimane viva e quindi il Siderno non si spegne e riesce di nuovo a pareggiare il match con Vitale. Ma nei minuti finale, emozioni a go-go, Ferrise fallisce il gol vittoria su tiro libero, ma dopo 2 minuti rimette le cose apposto Spano che chiude di fatto il match sul 5 a 4 per i padroni di casa.      

Related posts