Tutte 728×90
Tutte 728×90

L’insaziabile Biancolino: “Vogliamo la finale di coppa e poi i playoff”

L’insaziabile Biancolino: “Vogliamo la finale di coppa e poi i playoff”

Ed aggiunge: “Il gruppo partirà compatto perché crediamo in questo obiettivo”. E sul suo rendimento: “Darò il massimo e i gol arriveranno”.

biancolino_con_landria

Biancolino è in forma smagliante

E’ uno dei calciatori che stanno facendo la differenza Raffaele Biancolino. Il pitone, parla dei prossimi impegni del Cosenza ed in chiusura scherza anche sul suo soprannome. “Sono convinto che la squadra stia facendo un gran bel lavoro perché siamo messi bene in classifica e stiamo dimostrando di meritare le posizioni che contano. Io continuo a lavorare bene, sono soddisfatto delle reti messe a segno e prometto il massimo impegno fino al termine della stagione”. Intanto il Cosenza è in viaggio per raggiungere Gubbio, dove la truppa rossoblu disputerà la semifinale d’andata di Coppa Italia. Biancolino non vuole mollare questo obiettivo. “Abbiamo voglia di vincere e per questo partiremo tutti alla volta di Gubbio. Dobbiamo arrivare in finale e giocarcela perché tutti vogliono questo trofeo”. Dopo l’impegno infrasettimanale, il gruppo sarà chiamato ad un delicato incontro con il Potenza, formazione ultima in classifica ma in cerca di rivincite. Questo il Biancolino pensiero. “Per me non esistono incontri facili perché in questo momento della stagione ogni squadra prova a centrare i propri traguardi. I lucani cercano punti salvezza e non ci regaleranno niente, pertanto toccherà a noi giocare bene la gara ed uscire dal campo con la vittoria in pugno”. Magari proprio con un gol del pitone che spera di poter vincere la classifica dei cannonieri ed in chiusura scherza sul suo soprannome. “Io prometto il massimo impegno perché voglio fare bene in questa squadra e per questo ambiente. La squadra ci crede ed ha voglia di vincere ed io voglio parlare con i fatti e dare tanto per questi colori”. E poi aggiunge. “Il soprannome risale alla mia esperienza ad Andria. Avevo un pitone in casa e i tifosi da allora iniziarono a chiamarmi così”. Ai tifosi rossoblu piace questo nomignolo e la speranza è che l’attaccante campano possa ancora mordere le difese avversarie”. (coch.)

Related posts