Tutte 728×90
Tutte 728×90

Fiducia a tempo per Toscano. Fiore: “Non cerchiamo giustificazioni”

Fiducia a tempo per Toscano. Fiore: “Non cerchiamo giustificazioni”

Il tecnico reggino resta in panchina. Decisiva la gara di domenica prossima contro il Real Marcianise. Intanto il fantasista precisa: “La speranza è che i tifosi ci stiano sempre vicini. Viceversa dovremo fare a meno anche di loro”.

10_-_il_tecnico_del_cosenza_calcio_mimmo_toscanoNon ci sarà l’esonero di Mimmo Toscano. Almeno per ora. Almeno per altri sette giorni in cui il tecnico reggino dovrà plasmare alla perfezione la sua squadra per cercare di uscire indenne dalla trasferta contro il Real Marcianise. Alla fine, al termine del summit di qualche ora fa, ha avuto la meglio l’amministratore delegato, Pino Chianello, insieme al direttore sportivo, Massimiliano Mirabelli. I due sono riusciti a convincere il presidente, Giuseppe Carnevale, che non voleva sentire ragioni solo qualche ora fa. Invece, dopo tante parole, è arrivata la decisione. Toscano resta l’allenatore del Cosenza a tempo. Sembra che siano stati sentiti anche alcuni calciatori rossoblù che avrebbero manifestato la loro fiducia al tecnico. Un gesto che fuga i dubbi di alcuni che volevano una spaccatura tra Toscano e alcuni elementi dello spogliatoio.
FIORE. Durante la conferenza inusuale, al termine della gara in sala stampa, da parte della squadra ha parlato anche il fantasista Stefano Fiore (34) che ha precisato. “Dispiace essere qui a commentare una sconfitta che brucia. Qui nessuno vuole giustificarsi ma è giusto stigmatizzare un coro di alcuni tifosi (“Venduti”, ndr) che a nostro parere è ingiusto e assurdo perché lede la nostra professionalità. Qui non parlo solo di me ma anche di ragazzi che durante la settimana lavorano. Oggi è stata una giornata storta ed è giusto che ci sia una contestazione civile. La speranza è che i tifosi ci stiano sempre vicini. Viceversa dovremo fare a meno anche di loro. Dispiace ma è così”. Un Fiore abbastanza diretto che poi, nel ritornare sulla gara persa contro il Potenza, ammette. “Nelle ultime partite non siamo stati brillanti come nelle precedenti gare. Oggi abbiamo trovato una squadra che chiudeva bene gli spazi e ci ha reso la vita difficile. Dobbiamo rimboccarci le maniche e ricominciare da domenica prossima con una spirito diverso e vogliosi di far bene”. (co.ch.)

Related posts