Tutte 728×90
Tutte 728×90

Petrocco fiducioso: “Tornerò presto”

Petrocco fiducioso: “Tornerò presto”

Il portiere sta cercando di recuperare in vista del rush finale: “Ho voglia di giocare e ritornare a vestire la maglia del Cosenza. Mi stanno frenando da tutte le parti perché sto cercando di accelerare i tempi”.

petrocco

Il portiere Giancarlo Petrocco (33)

Il portiere abruzzese Giancarlo Petrocco (33) vuole fortemente ritornare a vestire la maglia rossoblù. L’estremo difensore sta cercando di accelerare i tempi dopo l’infortunio di qualche settimana. Ieri, durante “Zona Cesarini” su Rlb, Petrocco ha parlato per la prima volta dopo lo scontro fortuito con Fanucci che lo ha costretto ad uno stop forzato. “E’ dura stare fuori – ha esordito il portiere abruzzese – ma sto cercando di rimettermi in sesto per ritornare nella parte finale del campionato”. Ieri il Cosenza ha ceduto le armi dinanzi ad un Potenza tutt’altro che irresistibile. Una battuta d’arresto che non placa la voglia dei vincere dei silani come sottolinea lo stesso Petrocco. “Telefonicamente ero in contatto con amici che mi hanno raccontato la partita. Vedendo la classifica viene il rammarico ma sono convinto che i play-off li centreremo. La squadra mi ha promesso che al mio ritorno mi farà questo regalo”. Poi precisa. “Mi manca il campo ma purtroppo ho avuto questo incidente di percorso che mi è capitato nel momento peggiore in una parte di campionato importante. Sono contento, però, per Gabrieli che è un ragazzo valido e che merita spazio. Per quanto mi riguarda devo risolvere questa situazione che si è venuta a creare mio malgrado. Comunque spero di rientrare se tutto va bene per l’ultima parte del torneo”. Durante l’intervista Petrocco tiene a sottolineare. “A Cosenza ho trovato gente splendida. Quando ho fatto la risonanza sono uscito dall’ospedale ed ho trovato non solo la squadra, lo staff societario ma anche i tifosi ad attendermi ed a chiedere quali fossero le mie condizioni. Questi sono attestati importanti. Io sono uno che vuole lasciare il segno sotto il profilo umano. Di calciatori ne passano tanti e spero che la gente mi ricordi per l’uomo più che il calciatore”. Chiusura sul coro che alcuni tifosi, ieri a fine gara, hanno lanciato all’indirizzo della squadra. Così Petroco. “Il coro venduti? Dispiace e fa male. So come possono sentirsi i miei compagni. Sperando che la sorte sia dalla nostra dimostreremo il nostro valore sul rettangolo di gioco”. Finale con saluto. “Ho voglia di giocare e ritornare a vestire la maglia del Cosenza. Mi stanno frenando da tutti le parti perché sto cercando di accelerare i tempi”. Firmato Giancarlo Petrocco. (co.ch.)

Related posts