Tutte 728×90
Tutte 728×90

Rogliano e Carpe Diem a braccetto, il Citrarum non molla

Rogliano e Carpe Diem a braccetto, il Citrarum non molla

Vincono le due battistrada, ma la Family Prest resta in scia. Bene la Fata Morgana. Ennesimo crollo del Città di Cosenza.

lucas_ribeiro

Ribeiro del Citrarum, per lui è tripletta

Tutto secondo copione tranne il colpo in trasferta del Kroton. Questi i verdetti dell’ottavo turno che, ha visto vincere le prime cinque della classe che grazie a questi successi interni hanno consolidato la loro posizione. Bagarre a centro classifica, grazie alle sconfitte di tutte le squadre interessate alla zona franca e play out. Clamoroso è il colpo del Kroton di De Santis che ha espugnato il difficile campo della Gallinese, lasciandosi alla spalle proprio gli uomini di Cutrupi, sprofondati a questo punto in piena zona play out. Partiamo dalla capolista Rogliano che ha vinto in maniera agevole contro l’Oratorio S.F. I locali archiviano la pratica già nella prima frazione, chiudendola sul 4-0, grazie alle doppiette di Carnevale e Cristiano G. Nella ripresa gli ospiti rientrano bene andando a rete con Spanò e Simari e creando anche qualche grattacapo ai padroni di casa. Le due reti subite scuotono gli all black che riprendono a spingere sull’acceleratore e riescono ad andare in gol con Chiappetta. Subito dopo arrivano le reti di Gallo e ancora Chiappetta per il 7-2. L’ultimo ad arrendersi dei silani e Spanò che trova la rete del 7-3. Sul finire del match però arriva la rete del definitivo 8-3 siglata dal solito Chiappetta. La Carpe Diem con un primo tempo pressoché perfetto, sovrasta la Maestrelli e continua la corsa a braccetto con il Rogliano. Gli uomini di Tuoto concretizzano perfettamente le splendide manovre di gioco con Abate che va a segno due volte. La terza rete locale viene messa a segno da Metallo. A chiudere la prima frazione ci pensa Andrea Bisignano che segna la rete del 4-0. Nella ripresa pronti via e 6-0 confezionato da Abate e Carpino. La reazione dei reggini e poca cosa di fronte alla capolista, anche se riesce ad andare in rete due volte con Marando e un autogol di Birignano C. Vita facile per il Citrarum che torna a vincere sul proprio campo contro un Rosarno che ha tenuto bene solo nella prima frazione terminata 2-0 per via delle reti messe a segno da Ribeiro e Ferraro. Nella ripresa, la maggiore qualità e freschezza atletica della vice capolista, prevale nettamente sugli avversari che sono costretti ad abdicare, infatti arrivano in sequenza le reti di Cipolla Fabio, Ribeiro, Ferraro e ancora Ribeiro per il momentaneo 6-0. La rete di Fiumara e solo illusoria, perché Wootton segna subito la doppietta del 8-1. A segno Nino Cannizzaro per l’ 8-2  e Cipolla Fabio e Marino chiudono la gara. Vittoria doveva essere e vittoria è stata quella dell’Atletico Catanzaro opposto al Città di Cosenza. La gara non ha avuto molto da dire, tranne che per la generosità degli ospiti che hanno retto bene nella prima frazione terminata sul 2-1, autori delle reti Pastori che, con la sua doppietta, ha dato il doppio vantaggio ai giallorossi mentre Spina su calcio di rigore ha segnato la rete cosentina. Nella ripresa i locali alzano il ritmo sovrastando gli ospiti che cedono nettamente. Le reti dei catanzaresi sono state messe a segno da Pastori, De Santis, Carioti, Carrozza e ancora Pastori per il definitivo 7-1. La Fata Morgana restituisce al Mirto pan per focaccia battendola nettamente per 6-0. Gli ospiti orfani di Benenati e Romano, faticano a tenere il ritmo dei reggini che già nella prima frazione vanno a segno per ben quattro volte con Quattrone che apre le danze, Calafiore, Rappocciolo e Laurendi. Nella ripresa le cose non cambiano per i mirtesi che abbozzano una timida reazione che produce poco o nulla. E dopo aver, per così dire fatto sfogare i rivali, la squadra di Carella chiude i conti con Calafiore e Rappocciolo per il 6-0 finale. Il Kroton vince a Gallina  lo scontro diretto che incredibilmente fa passare i pitagorici dalla zona play out alla zona play off e sabato attende l’Atletico Catanzaro. La gara è stata molto combattuta e divertente con gli ospiti che hanno tenuto botta ai reggini andando addirittura in vantaggio con Macrillò. I padroni di casa pareggiano subito il conto con Venanzi. Gli ospiti però creano la giusta occasione per passare in vantaggio con Cimino. La reazione della Gallinese viene spenta da una super punizione di Martino che segna la rete del 1-3 che chiude la prima frazione. I locali partono a razzo ma trovano sulla loro strada un grande Scala che si oppone in maniera superba alle tante conclusioni dei locali. I rossoblu tengono e pungono con De Cicco e Martino. Gli ultimi minuti sono al cardiopalmo, con la Gallinese che chiude il Kroton nella propria area. Non bastano però le due reti di Praticò P. e di Catanese ad evitare questa sconfitta che complica notevolmente i piani salvezza alla banda Cutrupi. Clamorosa vittoria del Siderno che onora al meglio la memoria del compianto Tito Cusenza. Sorpresa la Melitese dalla voglia e la determinazione dei locali, che vincono con merito. Sono gli ospiti però a passare in vantaggio con Latella. La reazione è immediata e veemente del Siderno che ribalta la situazione segnando tre reti con capitan Iannopollo e due con Mancuso. La Melitese prova a rientrare in partita segnando prima del riposo con Stuppino. La ripresa inizia con la quarta rete dei locali ancora con Mancuso. La Melitese riprende in mano le redini del match e prima accorcia con Pratticò e dopo pareggia con Scaramozzino. Il Siderno però sembra più motivato degli avversari ed infatti realizza la rete del vantaggio con Vitale. Gli ospiti spingono alla ricerca del pari lasciando spazi ai locali che vanno ancora in gol con Gimondo per il momentaneo 6-4. Nel finale mister Franco gioca la carta del portiere di movimento che frutta la rete di Stuppino che però serve solo per le statistiche.

Related posts