Tutte 728×90
Tutte 728×90

Toscano: “L’importante era ripartire. Ora è fondamentale restare uniti”

Toscano: “L’importante era ripartire. Ora è fondamentale restare uniti”

Il tecnico torna a parlare dopo il silenzio stampa, applaude il carattere dei suoi e sottolinea: “Fa piacere aver ricevuto degli attestati di stima da parte di Carnevale”.

toscano_con_la_reggiana

Il tecnico del Cosenza Mimmo Toscano

Dopo il pareggio conseguito a Marcianise, c’è voglia di mettere da perte i dissidi e di ripartire da zero. O meglio, ripartira dalla sesta posizione in classifica sperando che per lo meno possa migliorare di un gradino. Concluso il silenzio stampa, è tornato a parlare Mimmo Toscano. “Domenica cè stato un approccio diverso rispetto alle ultime partite, mi aspettavo una risposta bdella squadra squadra e l’ho avuta. Nel primo tempo abbiamo fatto il nostro, creando anche due o tre occasioni importanti, nella ripresa invece è come se avessimo avuto paura di perdere. Per fortuna però  poi il gruppo c’ha creduto fino in fondo”. La rete di Maggiolini ha scacciato fantasmi di ogni genere, riportando il sorriso in casa rossolblù. “La partita si poteva vincere o pedere, ma il pareggio credo sia stato giusto a prescindere dal rigore a loro favore. Non era facile reagire in quell’ambiente lì. Dopo il ko col Potenza dovevamo fare bene per forza. Ripeto, la squadra mi è piaciuta: ha costruito palle gol importanti come è avvenuto in gran parte del campionato e come non succedeva più da un po’ di tempo. Ho riscontrato un pizzico di personalità in più, i ragazzi stavolta hanno tirato fuori quel carattere che so che hanno dentro di loro. L’esultanza dopo il gol testimonia il fatto che c’è ancora tanto da fare. C’era voglia di ottenere un risultato positivo. L’atteggiameno Marcianise ci ha penalizzato, ma va detto anche che l’arbitro non avrebbe dato sei min di recupero.  I campani hanno adoperato la stessa tattica vista qui al San Vito. Otto persone di fila hanno avuto i con crampi, il portiere è svenuto due volte: sembrava che non avessero mai fatto un allenamento, invece era soltanto per spezzare gioco”. La classifica non è cambiata più di tanto e i playoff sono sempre a portata di mano: “Tengo a sottolineare le difficoltà delle altre squadre in campionato. Tutte, non solo noi, hanno da recriminare qualcosa. Tutti hanno momenti difficili, ma se a spoleto mi avessero detto che il cosenza sarebbe stato lì su a questo punto della stagione avrei messo tre firme, non una”. Torna preponderante ritrovare serenità ed equilibrio tra tutte le componenti. “Se fate riferimento alla società, adesso si è data linearità ed equlibrio che spero venga trasmesso allo staff tecnico con i risultati. Ora che c’è più equilibrio in società, voglio che ambiene faccia lo stesso. Si vince assieme e fanno piacere gli attestati di stima di Carnevale verso squadra e l’entourage tutto più in generale. Per quanto riguarda i tifosi, mi dispiacerebbe se si rompesse qualcosa, dato che non ci sono motivi per spezzare un rapporto lungo tre anni. Alla fine poi si tireranno somme, ora è importante restare uniti”. Ultima battura sul match di domenica prossima: “La Cavese è la classica squadra campana, sarà molto importante essere in giornata. Biancolino è a Cesenatico, mi sentirò giovedì con Chierici. Il professore mi dirà se potrà essere disponibile per domenica o per i prossimi impegni”.  (co. ch.)

Related posts