Tutte 728×90
Tutte 728×90

Carnevale: “Toscano, troppo comodo addossare le colpe alla società”

Carnevale: “Toscano, troppo comodo addossare le colpe alla società”

Il presidente schietto risponde al tecnico che, a fine gara, ha lasciato intendere che la crisi d’identità della squadra è figlia di una situazione societaria incerta: “Ognuno dovrebbe prendersi le proprie responsabilità”. E sull’accordo con Chianello: “Domani non andremo dal notaio”.

giuseppe_carnevale_foto_mannarino

Il patron silano Giuseppe Carnevale

Il presidente Giuseppe Carnevale, intervenuto durante Diretta Radio Sport su Rlb, non ha digerito il pari interno del Cosenza. “Sono andato via dopo poco. Ho preferito non vedere. Al tempo stesso, però, posso dire di essere amareggiato”. A chi gli chiede di commentare i fischi dei tifosi sottolinea. “Hanno ragione e bisogna soltanto accettare i fischi. Questa squadra può e deve fare di più. E’ inconcepibile questa metamorfosi”. A fine gara si è parlato di un summit societario subito smentito dal patron. “Non c’è stato nessun incontro. Ci siamo sentiti con alcuni dirigenti per discutere. Nulla più”. Carnevale poi si sofferma sulle dichiarazioni del tecnico Toscano che, al termine della gara su Rlb, ha precisato come la squadra forse abbia risentito delle vicissitudini delle ultime settimane (presumibile che si riferisse alle questioni societarie). Carnevale ci va giù duro.  “Troppo comodo. Bisognerebbe scindere questioni societarie da questioni che riguardano il terreno di gioco. A livello societario stiamo cercando di ottimizzare il tutto. Sarebbe il caso che qualcuno cercasse di risolvere i problemi che riguardano il campo e si prendesse le proprie responsabilità”. E a chi gli chiede se gli stipendi siano stati pagati precisa. “Problema che non esiste. E comunque ci sono altre squadre che non percepiscono stipendio da inizio stagione, come il Potenza, eppure vengono al San Vito e dimostrano di essere professionisti vincendo con ampio merito”. Una stoccata che lascia il segno. Chiusura dedicata all’acquisto delle quote di Chianello. Voci parlano di un incontro domani dal notaio. Carnevale smentisce. “Assolutamente no. Ci sarà il tempo ed i modi per definire il tutto. Adesso concentriamoci sulla squadra e cerchiamo di dare il massimo evitando ulteriori recriminazioni. Sarebbe un peccato perdere di vista un obiettivo che è a portata di mano. Certo è che andando avanti così non facciamo altro che complicarci la vita”. Chiusura dedicata al “caso Potenza”. Così Carnevale. “Abbiamo parlato con Macalli e stiamo valutando come muoverci. E’ assurdo essere penalizzati in questa maniera”. (co.ch.)  

Related posts