Cosenza Calcio

Cosenza-Cavese: le pagelle di Alessandro Renzetti

Da salvare solo la prestazione di Gabrieli e quella di Danti. Il resto della squadra sotto la sufficienza. Toscano a fine gara attribuisce esclusivamente le colpe alla squadra dimenticandosi delle sue.

una_conclusione_di_scottoIl Cosenza è in evidente difficoltà. Condizione atletica e condizione mentale completamente da rivedere. E’ un Cosenza spento quasi avesse ormai raggiunto l’obiettivo. Ed invece i play-off sono ad un tiro di schioppo. Altre squadre giocherebbero con agonismo superiore e cercando di sopperire con la voglia a quelle evidenti carenze che, ormai, sono sotto gli occhi di tutti. La nota positiva di questa domenica è che, incredibile ma vero, non si è subito gol (anche merito della sterilità offensiva della Cavese). L’uscita di Fiore incide sull’incontro. Il fantasista è l’uomo in più della squadra di Toscano anche se l’errore dagli undici metri pesa come un macigno.
GABRIELI: voto 6. Compie una prodezza nel finale. Affidabile e soprattutto sicuro quando viene chiamato in causa. Giovane e promettente. E’ lui la nota positiva per Toscano.
FANUCCI: voto 5,5. Il suo reale problema sono i piedi. Di regola l’azione inizia sempre dalle retrovie. Ma se è lui ad iniziarla siamo messi maluccio. Molto meglio quando si tratta di difendere.
PORCHIA: voto 5,5. A volte sembra spaesato. Dovrebbe raddoppiare ed invece sembra restare vincolato ad una posizione che, sinceramente, andrebbe rivista.
DI BARI: voto 6. Continuo a ripeterlo: è il migliore della difesa. Mette impegno tanto da cercare, finanche, di dare una mano facendo salire la difesa.
MAGGIOLINI: voto 5. E’ cotto. Il suo infortunio è la conseguenza dell’ostinazione di Toscano. Finalemnte si potrà riposare. Peccato che c’è voluto un infortunio per capirlo. E la scusa dell’alternativa non regge. Questo modulo lo ha logorato.
VIRGA: voto 5,5. Inizia benino. E’ l’unico che prova a puntare l’uomo. Poi si perde nel marasma generale. Emblematico quando, nella ripresa, stremato poggia le mani sui fianchi.
DE ROSE: voto 5,5. Un ragazzo che ha grandi margini di miglioramento. Si sistema bene in campo e, insieme a Roselli, prova anche ad impostare quando Fiore è costretto a dare forfait. A conti fatti, però, non incide sulla partita.
ROSELLI: voto 5,5. Grande voglia e nulla più. Impegno massimo ma al Cosenza, di questi tempi, serve qualcosa in più. Intraprendenza e consapevolezza dei propri mezzi. Un centrocampista dovrebbe anche dare una mano al reparto offensivo. Quando esce Fiore è il vuoto assoluto.
FIORE: voto 5. L’errore dal dischetto incide e non poco sulla gara. Meriterebbe un senza voto visto che al quarto d’ora viene sostituito da Biancolino. Il problema è che se anche lui inizia a sbagliare i match point siamo messi seriamente male. Senza di lui il Cosenza scompare dal campo.
DANTI: voto 6. Il più intraprendente dei silani. Si procura il rigore e, con altre sortite, mette in difficoltà la retroguardia della Cavese. Se migliora nella finalizzazione è davvero pronto per il grande salto.
SCOTTO: voto 5. Appare e scompare quasi volesse fare il mago. Il Cosenza ha bisogno di gol ma lui sembra essersi dimenticato come si fa a gonfiare la rete. La speranza è che torni presto.

ALL. TOSCANO: voto 5.
Ci si aspetta una squadra carica e convinta dei propri mezzi. Invece è stato il solito Cosenza. Sciupone, a tratti compassato. Poi alcune decisioni sono incomprensibili. Ma ci sarà tempo per parlarne. A fine gara attribuisce esclusivamente le colpe alla squadra dimenticandosi delle sue.

Subentrati:
BIANCOLINO: voto 5,5. Era fuori forma. Non ci si poteva aspettare di più visto che non si è allenato per diversi giorni.
CHIANELLO: voto 6. Fa il suo compito senza sbavature. Rispetto a Maggiolini spinge meno ma, guardando ad altre gare, forse è meglio così.
BERNARDI: voto 5,5. Poco incisivo e molto attento a tenere la sua zona di campo. Sta recuperando quello smalto venuto meno a causa dell’usura.

Avversari:
CAVESE: Russo 7; Lagnena 6, Nocerino 6, D’Orsi 6; Bacchiocchi 6, Scartozzi 5,5, Berretti 5,5 (66′ Carbonaro 5,5), Radi 5,5; Insigne 6 (63′ Cruz 5,5), Turienzo 5,5, Schetter 6 (72′ Maiorano sv). All. Stringara 5,5

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina