Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Cavese: le pagelle di Alessandro Renzetti

Cosenza-Cavese: le pagelle di Alessandro Renzetti

Da salvare solo la prestazione di Gabrieli e quella di Danti. Il resto della squadra sotto la sufficienza. Toscano a fine gara attribuisce esclusivamente le colpe alla squadra dimenticandosi delle sue.

una_conclusione_di_scottoIl Cosenza è in evidente difficoltà. Condizione atletica e condizione mentale completamente da rivedere. E’ un Cosenza spento quasi avesse ormai raggiunto l’obiettivo. Ed invece i play-off sono ad un tiro di schioppo. Altre squadre giocherebbero con agonismo superiore e cercando di sopperire con la voglia a quelle evidenti carenze che, ormai, sono sotto gli occhi di tutti. La nota positiva di questa domenica è che, incredibile ma vero, non si è subito gol (anche merito della sterilità offensiva della Cavese). L’uscita di Fiore incide sull’incontro. Il fantasista è l’uomo in più della squadra di Toscano anche se l’errore dagli undici metri pesa come un macigno.
GABRIELI: voto 6. Compie una prodezza nel finale. Affidabile e soprattutto sicuro quando viene chiamato in causa. Giovane e promettente. E’ lui la nota positiva per Toscano.
FANUCCI: voto 5,5. Il suo reale problema sono i piedi. Di regola l’azione inizia sempre dalle retrovie. Ma se è lui ad iniziarla siamo messi maluccio. Molto meglio quando si tratta di difendere.
PORCHIA: voto 5,5. A volte sembra spaesato. Dovrebbe raddoppiare ed invece sembra restare vincolato ad una posizione che, sinceramente, andrebbe rivista.
DI BARI: voto 6. Continuo a ripeterlo: è il migliore della difesa. Mette impegno tanto da cercare, finanche, di dare una mano facendo salire la difesa.
MAGGIOLINI: voto 5. E’ cotto. Il suo infortunio è la conseguenza dell’ostinazione di Toscano. Finalemnte si potrà riposare. Peccato che c’è voluto un infortunio per capirlo. E la scusa dell’alternativa non regge. Questo modulo lo ha logorato.
VIRGA: voto 5,5. Inizia benino. E’ l’unico che prova a puntare l’uomo. Poi si perde nel marasma generale. Emblematico quando, nella ripresa, stremato poggia le mani sui fianchi.
DE ROSE: voto 5,5. Un ragazzo che ha grandi margini di miglioramento. Si sistema bene in campo e, insieme a Roselli, prova anche ad impostare quando Fiore è costretto a dare forfait. A conti fatti, però, non incide sulla partita.
ROSELLI: voto 5,5. Grande voglia e nulla più. Impegno massimo ma al Cosenza, di questi tempi, serve qualcosa in più. Intraprendenza e consapevolezza dei propri mezzi. Un centrocampista dovrebbe anche dare una mano al reparto offensivo. Quando esce Fiore è il vuoto assoluto.
FIORE: voto 5. L’errore dal dischetto incide e non poco sulla gara. Meriterebbe un senza voto visto che al quarto d’ora viene sostituito da Biancolino. Il problema è che se anche lui inizia a sbagliare i match point siamo messi seriamente male. Senza di lui il Cosenza scompare dal campo.
DANTI: voto 6. Il più intraprendente dei silani. Si procura il rigore e, con altre sortite, mette in difficoltà la retroguardia della Cavese. Se migliora nella finalizzazione è davvero pronto per il grande salto.
SCOTTO: voto 5. Appare e scompare quasi volesse fare il mago. Il Cosenza ha bisogno di gol ma lui sembra essersi dimenticato come si fa a gonfiare la rete. La speranza è che torni presto.

ALL. TOSCANO: voto 5.
Ci si aspetta una squadra carica e convinta dei propri mezzi. Invece è stato il solito Cosenza. Sciupone, a tratti compassato. Poi alcune decisioni sono incomprensibili. Ma ci sarà tempo per parlarne. A fine gara attribuisce esclusivamente le colpe alla squadra dimenticandosi delle sue.

Subentrati:
BIANCOLINO: voto 5,5. Era fuori forma. Non ci si poteva aspettare di più visto che non si è allenato per diversi giorni.
CHIANELLO: voto 6. Fa il suo compito senza sbavature. Rispetto a Maggiolini spinge meno ma, guardando ad altre gare, forse è meglio così.
BERNARDI: voto 5,5. Poco incisivo e molto attento a tenere la sua zona di campo. Sta recuperando quello smalto venuto meno a causa dell’usura.

Avversari:
CAVESE: Russo 7; Lagnena 6, Nocerino 6, D’Orsi 6; Bacchiocchi 6, Scartozzi 5,5, Berretti 5,5 (66′ Carbonaro 5,5), Radi 5,5; Insigne 6 (63′ Cruz 5,5), Turienzo 5,5, Schetter 6 (72′ Maiorano sv). All. Stringara 5,5

Related posts