Tutte 728×90
Tutte 728×90

Davide Marra: da Praja alla Nazionale di volley, passando da Loreto

Davide Marra: da Praja alla Nazionale di volley, passando da Loreto
Dopo Simone Rosalba e Rocco Barone (Tonno Callipo), il “libero” della Carilo Loreto approda in azzurro , grazie ad un ottimo campionato e nonostante la retrocessione della propria squadra in A2

di Sergio Lionetti


Loreto
. Davide Marra, cosentino di Praja a mare, classe 1984, convocato in Nazionale A di pallavolo. La notizia gli arriva oggi, all’ora di pranzo. Lui guarda i compagni con aria interrogativa, come se si trattasse del solito scherzo: sono mesi, infatti, che i giocatori della Carilo Loreto glielo ripetono: “Occhio, che vai in nazionale!”. E Davide  lui li ha mandati, affettuosamente, a quel paese, da mesi. Stamattina, per lui e per il resto della squadra, lo stato d’animo non era dei migliori: la squadra, ieri sera, è retrocessa in A2, perdendo il derby marchigiano contro la Lube Macerata di Fefè de Giorgi. A poche ore di distanza, invece, il mondo ha cambiato colore: dal nero del dopo-partita all’azzurro della nazionale.
Per capire Davide Marra e la sua umiltà d’aldavide_marratri tempi, basterà dire che adesso, dopo circa due ore dall’arrivo della notizia, gira per casa come se ancora fosse ancora una burla degli amici. Unico sintomo dell’emozione crescente: lascia a metà una mitica polpetta calabrese (si era appena messo a tavola) e corre a telefonare. Sì, perché queste notizie si condividono, per prima cosa, con le persone care. E lui ha chiamato i suoi familiari, giù in Calabria: la commozione della mamma, al telefono, è anche la nostra. E possiamo solo lontanamente immaginare la gioia di papà Egidio, grande appassionato di pallavolo e “colonna” storica del volley praiese.
Un traguardo meritato, questa convocazione, per la grande serietà che Marra mette nel lavoro. Anche Federico Rampazzo, il secondo allenatore del Loreto, lo diceva, ieri sera, in un momento non sospetto: “Davide è uno che lavora sodo e non si tira mai indietro: un esempio per tutti, anche se è giovane.”

Guardiamo il suo curriculum:
2003-2004: Nuova Pallavolo Foligno (PG) B2
2004-2005: Volley Marsciano (PG) B1
2005-2008: Pallavolo Città di Castello (PG) B1
2008-2009: Gherardi Cartoedit Tratos Città Di Castello A2
2009-2010: PALLAVOLO LORETO A1

Questo elenco, però, non tiene conto dei campionati giovanili e della sua breve permanenza nelle file dello Spes Praja, la squadra del suo paese. Giocava da schiacciatore: mancino, saltatore, “cattivo” in campo quanto educatissimo fuori. Poi, con l’altezza che non ti aiuta, devi trovare spazio in altri ruoli: il ruolo di libero era fatto su misura per lui. La stagione che lo lancia definitivamente, quella della promozione in A2 con Città di Castello, mancata per un soffio l’anno precedente.

Allora, Davide, ci credi o non credi, a questa convocazione?

No, ancora non ci credo.

La prima telefonata?

Ho chiamato quelli di casa.

E la seconda alla tua ragazza, vero?

Beh, certo…

Domanda d’obbligo: a chi dedichi questo bel momento?
(ci pensa un attimo, prima di rispondere: teme di essere banale)
Alla mia famiglia, è chiaro.

Per il futuro, niente di ufficiale, ma da tempo, qui a Loreto, gira il nome di una grande Società che già gli sta facendo la corte: se ciò fosse vero, Marra non dovrebbe neanche spostarsi di molto, per cercare casa. Vedremo se le “voci” saranno confermate. Noi, per dirne una, abbiamo visto un grande allenatore di A1 che, ieri sera,  gli si è avvicinato per fargli i complimenti e per consolarlo, dopo la sconfitta.

(la fotografia è tratta dal sito ufficiale della Carilo Loreto, che ringraziamo)

Related posts