Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Carpe Diem passa all’extratime, il Rogliano ne fa undici

La Carpe Diem passa all’extratime, il Rogliano ne fa undici

Il duo di testa continua la sua marcia verso la promozione, ma il Citrarum dei fratelli Cipolla non molla e tiene invariate le distanze a -3.

cipolla_citrarum

Francesco Cipolla del Citrarum

Nulla è cambiato nella parte alta della classifica dove vincono le prime tre e a ruota anche la Fata Morgana, mentre il colpo di giornata lo fa il Kroton andando ad espugnare il campo del Rosarno, ipotecando un posto nei play off. Il compito più difficile oggi l’ aveva la Carpe Diem, impegnata in trasferta contro l’Atletico Catanzaro oggi orfano di Rotundo fermato dall’influenza. La gara è stata molto bella e combattuta giocata su ritmi elevati da entrambe le formazioni, che hanno espresso un calcio a 5 di ottima fattura. A passare sono gli ospiti con Abate che supera l’ottimo portiere Sperlì, oggi tra i migliori in campo. La prima frazione vive di continui capovolgimenti di fronte e con alcune occasioni sprecate da una parte  e dall’altra. Nella ripresa la carpe Diem gestisce benissimo il vantaggio fino a quando Celia ad un minuto dalla fine trova il pari. Pari che a questo punto sembrava il risultato definitivo ma, nel secondo minuto di recupero arriva la zampata vincente di Metallo, che fa esplodere di gioia i giocatori rossoblu che escono dal campo esultando, creando qualche malumore tra i locali che reagiscono rifilando qualche colpo proibito ad alcuni giocatori ospiti. Per fortuna nulla di grave ma certamente ribadiamo l’invito ad evitare certi episodi da una parte e dall’altra. Vittoria facile del Rogliano che superano agevolmente il Città di Cosenza. Nella prima frazione i locali chiudono sul risultato di 7-1. Pronti via ed è 4-0 con Mendicino che apre le danze, poi Gallo, Città e Cristiano G. La rete del Cosenza la realizza Tagliaferro che però viene respinta con forza dalle reti di Città e la doppietta di Bisignano. Nella ripresa gli all blacks pensano soprattutto a gestire e non sprecare energie arrivando al gol agevolmente con Tucci che segna l’8-1. Gatto e Oddo realizzano altre due reti seguite dalla rete ospite segnata da Chiappetta. Chiude la giornata Tucci con la rete del definitivo 11-2. Il Citrarum supera l’Oratorio S.F. dopo un primo tempo in cui i silani si sono bene comportati creando non poche difficoltà ai più quotati avversari, che chiudono la prima frazione sull’ 1-0 per merito di Ferraro. Nella ripresa gli ospiti cedono leggermente consentendo ai locali di rifilare ben cinque reti con Cipolla Francesco, Ribeiro, Bruno, Wotton e ancora Riberioro. La rete del 6-1 la realizza Alessio. Chiude il conto Ferraro che realizza la sua personale tripletta. La Fata Morgana vince il derby contro la Maestrelli che da stasera è aritmeticamente nei play out. Nel primo tempo i locali partono forte grazie soprattutto a Rappocciolo tornato su grandi livelli di giuoco. Ad aprire le danze è proprio Rappocciolo che infila gli avversari per due volte per poi superare il proprio portiere per il 2-1. Sul finire del primo tempo l’ex di turno Laurendi realizza la rete del 3-1. Nella ripresa Condello prova a riportare in partita i sui che però devono cedere alla superiorità dei locali che vanno ancora in gol con Frascà, altre tre marcature di Rappocciolo, totale cinque oggi, e Crucitti. Colpo esterno del Kroton che supera meritatamente un Rosarno un po confusionario. La gara si mette subito bene per i pitagorici che si portano avanti 1-5 grazie a Cimino, Martino, Scerbo, Scaccianoce e Carlomagno. Fazzari G. invece realizza la rete locale, che non è l’unica in quanto il Rosarno ne realizza altre tre con Fazzari D., Megna e Nino Cannizzaro rientrando prepotentemente nel match. La prima frazione si conclude però con questo risultato. Nella ripresa i rossoblu ionici sprintano portandosi sul 5-14 grazie alle reti di Martino, Scerbo , Galera, Carlomagno, Scaccianoce, Scerbo, Carlomagno, Scerbo, Scerbo. Arrembaggio finale dei padroni di casa che segnano con Cannizzaro A, Fazzari G. altre tre reti e Fazzari D. Prova d’orgoglio della Gallinese che batte la Melitese e può ancora sperare in un posto lontano dai play out, tutto dipenderà però dalla gara di Mirto dopo la sosta, intanto supera il Rosarno in classifica. Ad andare in vantaggio sono gli ospiti con Pratticò, che supera l’ottimo Tamiro. La reazione dei padroni di casa è immediata e frutta le reti del ribaltamento con Venanzi e Iracà. Nella ripresa allungo decisivo dei locali che segnano due reti con Lilion e Praticò B che tengono a debita distanza gli avversari, che però lottano sino in fondo realizzando due reti con Pratticò e Stuppino. Nel finale Franco prova il portiere di movimento che però non cambia le cose. Vince facile il Mirto in quel di Siderno, ipotecando di fatto la salvezza diretta. La gara non ha avuto grandi sussulti, perché la superiorità del Mirto è evidente tanto da portarsi subito sullo 0-3 grazie alle reti di Romano e la doppietta di Benenati. Nella ripresa ancora Benenati per il 0-4. Il gol della bandiera per i locali viene grazie ad un autogol di Pace. Il Mirto chiude i conti realizzando altre 5 reti con Benenati, Gentile, Benenati, Costarini e Pace.

Related posts