Tutte 728×90
Tutte 728×90

Tubisider, i playout passano da Campagnano

Tubisider, i playout passano da Campagnano

Sabato arriverà il Bari Nuoto e se il settebello di coach Manna ci crede ancora, dovrà fare sua l’intera posta in palio.

tubisider_campagnanoSperare e crederci fino in fondo perchè l’obiettivo salvezza può ancora essere centrato. La Tubisider Cosenza può, numeri alla mano, agganciare il penultimo posto e puntare ai playout. Il Cus Palermo del resto è a sole tre lunghezze. Ma è necessario che la squadra allenata da Francesco Manna inizi a vincere qualche incontro, perchè le giornate trascorrono velocemente. Una stagione piena di difficoltà può ancora essere salvata. La squadra non è inferiore ad altre come ha dimostrato in diverse partite, ma deve dare quel qualcosa in più sul piano della concentrazione e della determinazione,  iniziando dal prossimo impegno. Sabato 27 marzo (ore 16,00), il “sette” cosentino dovrà sfruttare il turno casalingo, quello che lo vedrà affrontare il Bari Nuoto. La formazione pugliese nonostante i dieci punti in classifica, sembra essere alla portata dei padroni di casa. Ma è chiaro che la Tubisider Cosenza dovrà raddoppiare gli sforzi, con la consapevolezza che il pronostico non è chiuso e che le possibilità di centrare l’intera posta non sono una chimera. Le motivazioni dovranno fare la differenza tra le due formazioni. Certo giocare con l’acqua alla gola non è per niente semplice, ma sono queste le partite nelle quali una squadra che punta alla salvezza deve provarci. Dalla sconfitta di sabato scorso a Catania sono comunque arrivati segnali positivi, di una Tubisider Cosenza in ripresa. Fiducioso il tecnico Francesco Manna. ” Purtroppo in questa stagione – sottolinea – stiamo pagando l’inesperienza dei nostri giovani, sui quali puntiamo molto e che comunque stanno crescendo, facendo vedere anche delle buone cose. Certo avremmo meritato di più sul piano dei risultati. Speriamo che la ruota cominci a girare a nostro favore. Contro il Bari punteremo al successo perchè possiamo farcela eperchè crediamo di non essere inferiori a loro”.

Related posts