Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bernardi: “Cosenza, sei ad un bivio”

Bernardi: “Cosenza, sei ad un bivio”

Il laterale rossoblù aspettando il match di Pescara ammette: “Questa gara arriva in un momento difficile ma vogliamo strappare un risultato positivo per la classifica e riconquistare la fiducia del pubblico”.

urlo_bernardi

Il laterale Alessandro Bernardi (24)

Alessandro Bernardi (24) rilancia le ambizioni del Cosenza targato Mimmo Toscano. Il pupillo del tecnico (dopo Danti), questa mattina, ha esordito commentando il periodo che sta attraversando la squadra rossoblù. “Non è stato un momento facile. Bisogna essere sinceri, anche la situazione societaria ha influito inconsciamente sulle nostre prestazioni. Ora che è tutto ben definito la squadra ha la testa più libera e può sicuramente fare meglio”. Per fare meglio, però, ci sarà bisogno di un cambio di rotta che consenta ai silani di conquistare punti utili per rientrare prepotentemente in zona play-off. Ad iniziare da Pescara. “All’Adriatico sarà un bivio importante perché riuscendo a vincere ci agganciamo ai play-off e sarà importante giocarcela fino in fondo”. La realtà parla anche di un Cosenza rimaneggiato. Fuori Fanucci e Porchia per squalifica; Maggiolini e Petrocco per infortunio; in dubbio Fiore. Bernardi, però, non si fascia la testa. “Abbiamo una rosa competitiva ed anche se manca qualcuno sono certo che chi viene impiegato darà il massimo. Questa gara arriva in un momento difficile ma questo deve darci la carica per cercare di conquistare un risultato positivo e riconquistare la fiducia del pubblico. Inanellare risultati utili consecutivi deve essere l’obiettivo primario”. Il laterale ritorna poi sul ruolo che ha avuto il tecnico nella sua maturazione calcistica. “Devo ringraziare Toscano che ha creduto in me. Cerco di interpretare al meglio quello che il mister mi dice. Bisogna però fare anche i complimenti ai miei compagni. E’ anche grazie a loro se sono migliorato”. E poi catechizza il 3-4-3 che, presumibilmente, Toscano riproporrà sabato a Pescara. “Questa squadra è stata costruita per fare questo modulo ed il mister cerca di sfruttare al massimo i giocatori a disposizione. Ultimamente è mancato quel gioco espresso nel girone d’andata. Ma adesso serve una scossa. Vinciamo a Pescara e rilanciamo le nostre ambizioni”. Chiusura dedicata alle differenza tra questa e la passata stagione. “Campionato diverso quello attuale rispetto al precdente. E’ un torneo più difficile, più tecnico quello di Prima Divisione. Nella passata stagione era più fisico. Quest’anno c’è equilibrio oltre che compagini blasonate che hanno speso tanto acquistando giocatori di spessore”. (Eliseno Sposato)

Related posts