Tutte 728×90
Tutte 728×90

Un rigore dubbio lancia il Pescara. Cosenza ko all’Adriatico (3-1)

Un rigore dubbio lancia il Pescara. Cosenza ko all’Adriatico (3-1)

Al 60′ Ganci su rigore porta in vantaggio il Pescara. Al 79′ raddoppia Sansovini. All’ 80′ Bonanni regala una perla dai trenta metri e fa 3-0. A due minuti dal termine accorcia le distanze Biancolino.

gabrieli_volaUna sconfitta che pesa per il Cosenza questo pomeriggio all’Adriatico. Il 3 a 1 maturato oggi rappresenta un’ altra occasione mancata per i lupi, di ritorno a Cosenza battuti da un Pescara che ringrazia la fortuna ma anche il direttore di gara per la concessione di un calcio di rigore inesistenti. Rossoblù che dovranno sicuramente riflettere e molto viste le occasioni gol sbagliate. Danti nel primo tempo e Bernardi nel secondo hanno infatti avuto due palle colossali per il vantaggio che purtroppo non è arrivato. Per fortuna la Ternana ha trovato solo un pari interno, lasciando così gli uomini di Toscano ancora agganciati alla zona playoff. A questo punto diventa fondamentale la gara casalinga contro il Rimini CRONACA: E’ il Cosenza a giocare la prima palla con Biancolino che sfoggia per la prima  volta la fascia di capitano al braccio. Gara da subito molto maschia. Biancolino sgomita da subito con Sembroni e Mengoni. Tanti i falli subiti dai silani nei primi minuti. Prova a spingere il Pescara specie sulla sinistra, ma Bernardi e Musca fanno buona guardia. La squadra di Toscano sembra ben messa in campo, con Virga che sembra in grado di poter mettere in difficoltà Petterini. Al minuto numero 11 proprio Virga prova ad andar via sulla sua corsia e a mettere al centro, dove però Biancolino viene anticipato. Al 13′ scappa sul filo del fuorigioco Sansovini, ottimo il controllo così come il recupero di Di Bari che salva in calcio d’aangolo. sempre Di Bari è attento anche un minuto dopo e di testa respinge sempre in angolo. Dopo un discreto primo quarto d’ora del Cosenza, adesso è il Pescara a prendere il sopravvento. Al 18′ è ancora Sansovini a mettere i brividi ai Lupi. Bravo l’attaccante biancazzurro a infilarsi tra Scognamiglio e Di Bari. Il suo sinistro però finisce a lato. Subito dopo ci proiva anche Medda con un tiro dalla lunga distanza respinto di piedi da Gabrieli. Cosenza in affanno. Al 24′ provano a distendersi i silani con un bel lancio di Musca per Biancolino, fermato in posizione di offside. Il pitone però protesta. Un minuto dopo Danti si mangia un gol incredibile. Il furetto di San Giovanni, dopo aver vinto un rimpallo si presenta tutto solo davanti a Pinna, ma invece di piazzarla spara una bordata che finisce altissim a. Sospiro di sollievo per i quasi 13mila dell’Adriatico e mani tra i capelli per  i 100 cosentini presenti. Al 30′ l’arbitro ammonisce Chianello per un fallo molto dubbio al limite dell’area di rigore. La seguente punizione non crea problemi alla retroguardia silana.Non una bellissima partità, ma di grande intensità. Cosenza che bada a stare bene in campo cercando di concedere pochi spazi ai pescaresi per poter poi ripartire in cantropiede. Al 39′ brutto fallo di Tognozzi su De Rose che provava a ripartire veloce. Anche se Biancolino sembra a volte troppo lontano dai compagni. Ammonizione per il capitano del Pescara. Al 40′ Dettori prova col sinistro da appena dentro ll’area di rigore rossoblù, ma il pallone finisce a lato con Gabrieli che controllo attento. Dopo un minuto scatta il cartellino giallo anche per Virga , che trattiene ingenuamente per la maglia lì’avversario. Dopo due minuti di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi. Il secondo tempo inizia con notevole ritardo. Il pubblico di Pescaraa inveisce contro Biancolino, che per rispondere applaude ironicamente e viene ripreso anche dal direttore di gara. Al 3′ minuto segnalato un dubbio fuorigioco a Virga che Danti aveva imbeccato alla grande in profondità. Intanto ha preso a scaldarsi anchwe Stefano Fiore. Tanti errori in fase di impostazione per il Pescara in questo frazione di gioco. Al 6′ ammonito Bernardi, che non sembra in gran giornata. Al 7′ ci prova Bonanni dalla distanza, ma il suo diagonale finisce lontano dai pali della porta di Gabrieli. All’undicesimo  Virga mette dentro una splendida punizione di destro, Scognamiglio sul secondo palo di testa manda di poco alto. Altra occasione d’oro sprecata dai Lupi. Al 15′ Di Francesco non ce la fa più a vedere Tognozzi sovrastato da De Rose e manda in campo Soddimo. Al 17′ grande azione di Danti che libwera sulla corsa Bernardi. Il laterale scambia con Virga e si presenta solo davannrti a Pinna, ma anche lui calcia alle stelle. Due minuti più tardi De Rose perde palla su pressione di ganci, Sansovini si invola verso Gabrieli tutto solo. Il portiere del Cosenza però arriva prima sulla palla con una bella e tempestiva uscita bassa. Il portierino rossoblù si supera anche un minuto dopo su una punizione di Bonanni che smanaccia. La palla finisce prima col colpire la traversa e poi in angolo. Subito dopo l’arbitro assegna un penalty al Pescara per dubbio atterramento di Chianello ai danni di Sansovini. Il terzino si prende il secondo giallo e viene espulso. dal dischetto Ganci spiazza Gabrieli e realizza il vantaggio biancazzurro. Il Cosenza sembra accusare il colpo. Al 29′ super Gabrieli su un colpo di testa a colpo sicuro di Mengoni. Al 32′ Toscano manda in campo Stefano Fiore al posto di Virga. Subito dopo Bonanni, in sospetta posizione di fuorigioco, si invola sulla sinistra crossa basso dove irrompe Sansovini per il 2-0. Il Cosenza  in dieci va letteralmente in bambola e subito dopo la palla al centro becca il terzo gol da Bonanni che si inventa un eurogol dai trentacinque metri con la palla che si insacca proprio all’angolino dove Gabrieli proprio non può arrivare. Al 43′ da un calcio d’angolo per il Cosenza ne vien fuori una mischia incredibile, risolta da Biancolino che di sinistro beffa Pinna realizzando il suo 11esimo gol stagionale.

IL TABELLINO

Pescara-Cosenza 3-0
Marcatori:  25′ st Ganci (rig), 34′ st Sansovini, 35′ st Bonanni; 43′ st Biancolino
Pescara: Pinna, Medda, Petterini, Coletti, Mengoni, Sembroni, Bonanni (37′ st Gessa), Tognozzi (15′ st Soddimo), Sansovini (36′ st Zizzari), Dettori, Ganci. All: Di Francesco. A disp: Bartoletti, Capuano, Vitale, Zappacostaa
Cosenza: Gabrieli, Musca, Chianello, Di Bari, De Rose, Scognamiglio, Bernardi, Roselli (40′ st De Pascalis), Biancolino, Danti (42′ st Scotto), Virga (32′ st Fiore). All: Toscano. A disp: Ameltonis, Ungaro, Marsili, Olivieri, De Pascalis
Arbitro: Zanichelli di Genova
Note: Giornata calda, terreno in perfette condizioni. Spettatori circa 12.500. Angoli: 6-2 Ammonizioni: Chianello, Tognozzi, Virga, Bernardi. Espulso: Chianello. Recupero: 2′; 3′

Related posts