Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, un comunicato che va esaminato. Perché tra il dire e il fare…

Cosenza, un comunicato che va esaminato. Perché tra il dire e il fare…

Ieri la società ha diffuso una nota in cui viene riportato il disappunto del nuovo GM e le parole d’amore del diggì. Chiamati in causa abbiamo ritenuto opportuno rispondere.

pagliuso_e_mirabelli

Luca Pagliuso e Max Mirabelli

Il comunicato nr. 45 della stagione del Cosenza Calcio non è un testo giuridico, tantomeno un testo sacro. Ma, trattando un argomento molto interessante per la storia recente della società, ne esaminiamo ugualmente il suo testo a vantaggio dei tanti tifosi del Cosenza che vivono in città o lontano da essa.
Cominciamo dal titolo. Pagliuso: “Prolungheremo il rapporto di lavoro con Mirabelli”
Dichiarazione di volontà non richiesta, perciò doppiamente probante. Ne prendiamo atto. Conserveremo gelosamente il testo di questo comunicato per non correre il rischio di dimenticare.

Il sottotitolo: Il Dg: “Io penso solo al Cosenza”
Dichiarazione di volontà superflua. Un dipendente, qual è il Dg di una squadra di calcio, non può che pensare alla società alla quale è legato contrattualmente. Sarebbe davvero strano se accadesse il contrario.

Il testo del comunicato: COSENZA In merito ad alcune notizie apparse oggi su un quotidiano e nei giorni scorsi su un sito d’informazione on line.
Il quotidiano è la Gazzetta del Sud, il sito d’informazione online che ha pubblicato la notizia 48 ore prima del quotidiano è Cosenza Channel.

Il General manager Luca Pagliuso tiene a precisare che: “Le ultime pubblicazioni relative alla figura del direttore generale Massimiliano Mirabelli sono destabilizzanti e tendenziose.
Per meglio capire potremmo far ricorso al vocabolario della Enciclopedia Treccani, secondo cui il verbo destabilizzare è un derivato di stabile, stabilità, a cui si antepone il prefisso de. La Treccani spiega, poi, che nel gergo giornalistico e politico, destabilizzare è usato per dire che si toglie stabilità. Per Tendenzioso, invece, si intende ciò che è improntato ad una tendenza. Una notizia tendenziosa – ecco l’aiuto che cercavamo! – è diretta a produrre un effetto dannoso o a turbare l’ordine pubblico. Premesso che nelle ultime due settimane la tifoseria ha registrato: l’uscita di scena dell’Amministratore Delegato; il rafforzamento del presidente Carnevale; il ritorno di Luca Pagliuso col ruolo di General Manager, ma col timbro del padrone; l’esonero di Mister Toscano e del suo staff comunicato ufficialmente solo 24 ore dopo; l’ingaggio dell’ex allenatore della Spal, già contattato da diverse settimane. Ci sembra che quella messa a cuocere sia carne di ottima qualità! Se è a rischio la digestione dei tifosi rossoblù, non prendiamocela con i pomodorini. Sono solo un contorno!

Da certe notizie – dichiara Luca Pagliuso – vengo colto di sorpresa e provo rammarico.
Bentornato sulla terra, anzi sull’erbetta del San Vito, caro Luca. Tanto candore merita un applauso!

E’ noto da sempre che esistono numerose sirene tentatrici verso un professionista del livello di Mirabelli, ma la sua lealtà e la sua correttezza non sono mai state messe in discussione e non lo saranno di sicuro adesso.
Ma, allora, è vero o non è vero che le sirene cantano per Mirabelli? E, se è vero, chi è il destinatario delle righe precedenti? La testata giornalistica o lo stesso DG?

Massimiliano Mirabelli è una colonna portante del Cosenza calcio 1914. Con questa società ha un contratto pluriennale e, a riprova dell’importanza del ruolo che ricopre, stiamo valutando di prolungare ulteriormente il nostro rapporto di lavoro per i prossimi anni”.
Anche questa è una dichiarazione di volontà non richiesta. Perciò, doppiamente probante. Bisognerà conservare anche questa, da rileggere nelle serate tempestose.

Dal canto suo, Massimiliano Mirabelli sottolinea: “I miei pensieri sono tutti rivolti al Cosenza. Sono concentrato più che mai nel raggiungimento degli obiettivi che ci siamo prefissati e continuerò a farlo nella massima serenità e con il massimo impegno”.
“Nonostante tutti i problemi e nonostante l’organico costruito non per vincere il campionato, l’essere a due punti dalla zona play off e in finale di Coppa mi inorgoglisce”. Mimmo Toscano dixit. La domanda sorge spontanea: di quali obiettivi prefissati parla il Dg? E, soprattutto, resterà a Cosenza anche per i prossimi anni a far coppia col Gm Luca Pagliuso? Chissà che qualche altro comunicato non ci schiarisca le idee (a noi?). A proposito: ma non era stato Luca Pagliuso a dire che non sarebbe mai entrato in questione tecniche col diggì Mirabelli? L’esonero di Toscano sarà stato un caso (!!!) così come la scelta di Glerean…
(Piero Bria)

Related posts