Tutte 728×90
Tutte 728×90

Glerean: “Squadra in crescita, contro il Ravenna per fare bene”

Glerean: “Squadra in crescita, contro il Ravenna per fare bene”

E sul suo futuro: “Ho scelto Cosenza e sono ancora convinto che questo è un buon gruppo. Pensiamo a salvarci poi faremo le dovute valutazioni”.

glerean_a_terni

Il tecnico dei Lupi Ezio Glerean

“Ora tiriamo fuori tutto perché è un momento importante e la squadra ha dato segnali confortanti”. Domenica al San Vito arriva il Ravenna ed Ezio Glerean (53), chiede al suo Cosenza di mantenere alta la concentrazione per mettersi alle spalle il momento negativo e centrare subito la salvezza. “Ho visto passi in avanti nel gruppo perché dopo la sconfitta con il Rimini e la sfortunata trasferta di Lumezzane, contro la Ternana i miei hanno disputato sessanta minuti giocati a buoni livelli. Bisogna pensare a fare un buon risultato contro il Ravenna e pensare  ai quattro incontri che restano senza fare calcoli. Sarà importante vincere ma allo stesso tempo è importante non prestare il fianco agli avversari”. Non vuole fare calcoli Glerean ma il Cosenza potrebbe essere salvo con un solo punto. Peccato però per una stagione che sarebbe potuta andare diversamente. “Questa è una buona squadra ed il gruppo è compatto.Tutte caratteristiche che fino a quando la condizione fisica regge, ti permettono di fare bene ed infatti i ragazzi hanno trovato buoni risultati e sono riusciti per lunghi tratti della stagione a stare nel gruppo delle prime. E’ chiaro però che quando le gambe non girano più basta trovare un avversario in condizione per soffrire ed ecco la spiegazione di risultati come quello maturato contro il Rimini”. Ritornando al match perso contro il Lumezzane invece il mister dei silani non cambierebbe le sue scelte. “Rifarei tutto ciò che ho fatto perché è vero che i ragazzi hanno conquistato questo grande obiettivo ma io devo pensare anche al campionato. In più ci ha condizionato una buona dose di sfortuna perché se la palla di Biancolino invece di terminare sul palo va in rete la situazione cambia. Ora ci giochiamo il ritorno perché le situazioni nel calcio possono sempre ribaltarsi ma prima concentriamoci sul Ravenna”. Ed a tal proposito il Cosenza si sta preparando in vista di un match che può regalare la salvezza in un campionato che sarebbe potuto andare diversamente. Glerean ha rispetto per lo staff che ha guidato i silani prima di lui ma spiega i problemi della formazione rossoblù. “Sono convinto che il mio predecessore ha fatto un gran lavoro con una squadra che ha giocato una gran prima parte di stagione. Quando ti manca il fiato e sei condizionato dalla pressione però, perdi lucidità nelle giocate e saltano gli equilibri. Io ho preferito il Cosenza nonostante una chiamata del Gallipoli e credo ancora nella mia scelta perché sono convinto nella forza del gruppo. Purtroppo questi risultati negativi sono dovuti alle assenze e quando vai a schierare calciatori che hanno giocato poco, è normale che non ricevi da loro il massimo”. L’ultimo pensiero è dedicato al futuro del tecnico che conoscerà le scelte della dirigenza solo al termine della stagione. “Il mio obiettivo è lavorare sodo e pensare alle partite che restano. Voglio dare il massimo come ogni professionista e poi a fine torneo ognuno farà le sue scelte”. Non resta che valutare se i problemi della rosa e gli infortuni che hanno condizionato le ultime prestazioni, sono motivazioni in grado di giustificare il tracollo della squadra rossoblù. (co. ch.)

Related posts