Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza-Potenza: l’inchiesta si allarga

Gli inquirenti avrebbero concentrato le loro attenzioni su alcune agenzie di scommesse dell’area urbana, del Tirreno e del centro-nord. Il Procuratore Granieri ha delegato ad investigare sulla vicenda la Digos e la Guardia di Finanza.  

cosenza-potenza

Una fase dell’ultimo Cosenza-Potenza

La sfida tra Cosenza e Potenza terminata 0-2 continua a far parlare di sè e questa mattina Calabria Ora, testata che anticipò un mese e mezzo fa l’indagine conoscitiva, ha pubblicato gli sviluppi del caso. Dal giornale si  apprende che dagli ambienti investigativi c’è massimo riserbo, ma che delle indiscrezioni sono ugualmente trapelate. Innnanzitutto riguarderebbero le aree attenzionate che abbracciano non solo le ricevitorie dell’area urbana (Cosenza e Rende), ma anche del Tirreno e del centro-nord. Verrà chiesto aiuto all’Aams (l’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato), la società che gestisce le agenzie  di scommesse, di porre la lente d’ingrandimento su alcune sale di bookmaker di Roma, Firenze e Perugia. Nel frattempo – si apprende sempre da Calabria Ora –  la delega d’indagine è stata affidata da parte del Procuratore della Repubblica di Cosenza Granieri alla Digos e al comando provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza. Questi per il momento concentreranno i loro sforzi sui filmati delle telecamere a circuito chiuso dello stadio San Vito e scandaglieranno ogni immagine della partita per rivedere al rallentatore i movimenti dei giocatori delle due squadre e verificare se, nel corso del match, qualcuno dei 22 in campo abbia fatto qualche gesto rivelatore.  Il secondo passo, poi, sarà quello di “intercettare le bollette” anomale e le puntate astronomiche. (co. ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it