Tutte 728×90
Tutte 728×90

Portogruaro-Cosenza: le pagelle

Portogruaro-Cosenza: le pagelle

Buona prestazione dei Lupi che rialzano la testa dopo una serie di figuracce. Glerean ha trovato il bandolo della matassa, ma ormai è troppo tardi.

immagineport-cs

Una fase della partita di Portogruaro

Il Cosenza produce finalmente una prestazione di buon profilo dopo una serie di partite pessime. Tra tutti da segnalare la buona gara di Di Bari, Maggiolini, Scotto e Biancolino. I big della squadra hanno dimostrato che il gruppo non può prescindere da loro. Da segnalare il voto negativo a Gabrieli che non è perfetto in occasione del vantaggio di Altinier. Bernardi, inoltre, va costantemente in difficoltà sulle folate offensive di Espinal che fa quello che vuole. Discreta l’intesa tra il pitone e De Pascalis. Ecco tutti i voti:
GABRIELI: voto 5
Respinge nel primo tempo un paio di tiri degli avversari, ma poi si fa scappare dalle mani la palla che consente ad Altinier di portare in vantaggio il Portogruaro
FANUCCI: voto 6 Disputa una prima frazione attenta, poi un problema muscolare lo costringe al forfait.
SCOGNAMIGLIO: voto 5,5 Va in difficoltà quando i veneti spingono dalle sue parti, da rivedere.
DI BARI: voto 7 Il suo rienro dà maggiore sicurezza a tutto il reparto arretrato. A fine partita è uno dei migliori.
BERNARDI: voto 5 Dal confronto con Espinal esce con le ossa rotte: non lo prende mai.
LA CANNA: voto 7 Sigla un gol da cineteca, giusto premio al capitano odierno che non smette un attimo di correre avanti e dietro.
MARSILI: voto 6 Prestazione sufficiente, senza nessun acuto nè errori.
DE ROSE: voto 6 Spreca diversi palloni in impostazione, ma non gli si può chiedere tutto.
MAGGIOLINI: voto 7 Sulla fascia trova il fondo di sovente, ma non il gol nonostante ci provi a ripetizioni
BIANCOLINO: voto 6,5 Una delle sue migliori prestazioni condita da tanto sacrificio.
DE PASCALIS: voto 6 S’integra alla perfezione con Biancolino.

GLEREAN: voto 6,5
Salva il Cosenza e riesce finalmente a trovare una prestazone maiuscola dal 1′ al 90′. Non sarà sufficiente tuttavia per la riconferma.

subentrati:
UNGARO: voto 6
Nessuno crea grattacapi dalla sua parte
VIRGA: voto 6,5 In un ruolo che non è il suo riesce a dare ordine e geometria alla sua squadra. Da applausi alcune sue giocate a cambiare il gioco
SCOTTO: voto 7 Entra e coglie il palo. Si danna l’anima e mantiene costantemente in aprrensione la retroguardia veneta.

Related posts