Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Canna a cuore aperto: “Spero in una riconferma di Glerean”

La Canna a cuore aperto: “Spero in una riconferma di Glerean”

“Ha dato serenità al gruppo facendo un lavoro egregio. Mi auguro che la società possa dargli un altra possibilità. So che ha un ottimo rapporto con Luca Pagliuso”.

la_canna_titolare

Mario La Canna, capitano nel rush finale

Il suo gol vale la permanenza del Cosenza in Prima Divisione ed è il premio più grande per un calciatore che ha sofferto in una stagione trvagliata. Mario La Canna traccia un bilancio comunque positivo. “Sono contento per il mio campionato perchè mi sono allenato bene da gran professionista ed ho sempre dato il massimo per guadagnarmi un posto da titolare”. E con Glerean, La Canna ci è riuscito. L’attaccante elogia il lavoro del mister e lo sponsorizza per la prossima stagione. “Bisogna riconoscere al nostro tecnico i giusti meriti perchè ha preso in mano una squadra in una situazione delicata e la ha condotta alla salvezza. Non era facile e Glerean  ci ha dato consapevolezza dei nostri mezzi riuscendo a farci capire che avevamo le carte in regola per far bene”. Complimenti a Glerean almeno da La Canna e una speranza per la prossima stagione. “Ho un contratto che dura ancora un anno e spero di poter restare in gruppo. Mi auguro inoltre, di poter ritrovare il mister perchè in tanti lo hanno criticato ma sono convinto che avrà la possibilità di dimostrare il suo valore iniziando la stagione dalla prima partità, riuscirà a convincere anche i più scettici. So anche che ha un buon rapporto con Luca Pagliuso, ragion per cui spero che possano trovare un accordo per affidare a lui la squadra della prossima stagione”. A tal proposito, La Canna, spera in una annata da protagonista. “Ci sono tutti i presussposti per programmare una stagione importante. L’ingresso di Pagliuso che lavorerà insieme ad un professionista preparato come Mirabelli, ci permetterà di fare progetti seri ed ambiziosi”. In chiusura, l’attaccate esprime rammarico per i play off persi. “Potevamo e dovevamo certamente fare meglio. Inoltre, con molta probabilità andranno ai play off squadre che qualitativamente sono inferiori a noi ed è normale essere dispiaciuti. Ora guardiamo avanti sperando di poter fare nella prossima stagione quello che non ci è riuscito in questo campionato”.   (f.p.)

Related posts