Tutte 728×90
Tutte 728×90

Citrarum, primo round alla Fata Morgana. Ma quante botte

Citrarum, primo round alla Fata Morgana. Ma quante botte

I tirrenici perdono 4-2 a Reggio Calabria in un clima ostile. Diversi i focolai scoppiati nell’arco del match. Al ritorno serve vincere con due gol di scarto.

citrarum_c5jpgLa Fata Morgana si aggiudica la gara d’andata della finale play off contro il Citrarum , sfoderando una prestazione straordinaria. Commentiamo la gara partendo dalla fine, perchè purtroppo alcuni episodi di violenza hanno macchiato un match di assoluto valore tecnico. Gli animi a dire il vero sono stati agitati anche durante la gara e a stento controllati dagli arbitri Belsito e Marinelli che hanno bene diretto il match. Il tutto accade nel tunnel che porta agli spogliatoi, dove è volato qualche cazzotto, uno di questi ha colpito il giovane under Vittorio Orlando, il quale per fortuna ha riportato solo un bernoccolo alla testa, senza gravi conseguenze. Per precauzione il giovane giocatore è stato visitato in Ospedale. Tutto questo non fa certo bene al nostro sport, che ha bisogno di altro per potersi affermare ed avvicinare la gente ed i giovani. La gara ha visto i padroni di casa condurre le operazioni per gran parte del match, tenendo palla con estrema facilità e costruendo molto di più di quanto raccolto. Il Citrarum però è squadra esperta e con uomini che possono incidere sul match in qualunque momento. La supremazia iniziale della Fata Morgana non produce gli effetti desiderati tant’è che sono gli ospiti a passare con Wootton, che sfrutta una leggerezza difensiva e ben servito da Bruno insacca. La Fata Morgana però ha la freddezza di non scomporsi continuando a macinare tenendo i propri avversari costantemente nella propria metà campo tanto da indurre Stancati ad un grave errore che consente a Praticò di pareggiare il conto. Splendida è l’azione che, in pieno recupero, porta alla rete del vantaggio. Tutto in verticale e con tre tocchi ancora Praticò bene appostato insacca per il 2-1. Nella seconda frazione i locali insistono tanto da trovare altre due reti con Calafiore e lo scatenato Praticò, per il 4-1. I tirrenici provano a giocare col portiere di movimento che consente loro di creare alcune importanti occasioni sventate dal portiere Lavilla oltre a tre legni colpiti da Wootton. Cipolla Fabio e Stancati. Intanto Calafiore e compagni sprecano in almeno tre occasioni la rete del 5-1. Nell’ultimo minuto di gara l’episodio che riapre i giochi in vista del ritorno. Il sesto fallo ai danni di Francesco Cipolla consente a Ferraro di realizzare la rete del 4-2, che tiene vive le speranze dei cosentini in vista del ritorno.  Da segnalare l’espulsione di Ribeiro per doppia ammonizione.

Related posts