Tutte 728×90
Tutte 728×90

Giannini al Cosenza: “Serve un progetto serio e delle garanzie”

Il “principe” non scarta affatto  l’ipotesi Prima divisione: “Ho proposte anche dalla serie B, ma quando farò la mia scelta non farò distinzione di categoria”.

giannini

Giuseppe Giannini vicino ai lupi

Zitti tutti parla il “Principe”. E no, mica Roberto Occhiuzzi, parla proprio lui Giuseppe Giannini. Il tecnico più ambito dalle società di Prima divisione e serie B. Giannini dalle colonne de Il Quotidiano parla chiaro e in una lunga intervista con tanta sincerità afferma: “Il Cosenza? Stiamo parlando, lì da voi ho degli amici e ci stiamo confrontando. Ho sentito telefonicamente Luca Pagliuso e anche il ds Massimiliano Mirabelli e ci siamo sentiti qualche volta per abbozzare un discorso. Per andare nei dettagli di certo non si può parlare per telefono, bisogna sedersi ad un tavolo, confrontarsi e capire dove bisogna e si vuole andare”. Incontro che avverrà presto. Pagliuso e Mirabelli sono attesi a Roma per giovedì. “E’ normale che io come qualche mio collega, al momento – continua Giannini –  abbiamo delle proposte da alcune squadre anche di B.  E’ un momento nel quale si fanno delle chiacchierate, ci si incontra ma io non faccio distinzioni di categoria e Cosenza è una piazza importante che vale. Ora bisogna sedersi e parlare, io un po’ di esperienza l’ho maturata e porto dentro la voglia di fare strada. Di Cosenza me ne parlano in tanti, da calciatore vi ho giocato una sola volta con la maglia del Lecce e segnai, un gol (finì 1-1, ndr). E’ una tifoseria calda che segue, viene allo stadio, molto attaccata alla propria squadra. Una piazza ambita. Vedremo dipende dai programmi, voglio sposare un progetto serio e con garanzie. Questo determinerà la mia scelta”. Certo è che solo Giannini non basterebbe per la creazione di un super Cosenza: «Intanto ci vuole una certa calma: non è detto che se arriva Giannini, Moriero, o Capello si vinca facilmente. Per fare bene nel calcio ci vuole organizzazione e metodo, cose che sia Luca Pagliuso che il ds (Mirabelli, ndr) sanno bene. Se conosco qualche giocatore? Devo essere sincero non ho seguito il torneo del Cosenza, ma questi sono discorsi prematuri”.  (co. ch.)

Related posts

error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it