Cosenza Calcio

Giudice sportivo: dodici gli squalificati

Mano pesante con l’Andria che si becca un’ammenda di diecimila euro, la squalifica di un dirigente e lo stop pre tre calciatori. Nessuna sanzione per il Cosenza.

arbitro_genericoDodici sono gli squalificati del giudice sportivo. Il Verona per la prima gara play-off contro il Rimini non potrà utilizzare Pugliesi e Russo entrambi fermati per un turno per recidività in ammonizione. Ben tre, invece, i fermati dell’Andria. Si tratta di Mezavilla che dovrà rinunciare a giocare le due sfide play-out contro il Giulianova perchè squalificato per due turni e Pomante e Di Simone che non ci saranno soltanto nella gara di andata. Riccardo Fusiello dirigente dell’Andria inibito fino al 31 agosto 2010 perché al termine della gara contribuiva alle manifestazioni di protesta  di numerose persone, indebitamente presenti negli spogliatoi, che accerchiavano l’arbitro rivolgendogli frasi offensive e minacciose; lo stesso, in particolare si posizionava avanti la porta dello spogliatoio dell’arbitro, impedendogli di entrare, rivolgendogli reiterate frasi ingiuriose, offensive e minacciose. Per quanto riguarda le ammende alle società, la multa più salata è stata comminata all’Andria per il comportamento dei propri sostenitori e di alcune persone riconducibili alla società. Le altre societa multate sono Foggia, Pescara, Reggiana, Verona e Rimini. Ecco tutti i provvedimenti:

AMMENDE: 
Andria BAT € 10.000,00 perché propri sostenitori introducevano e accendevano nel proprio settore diversi fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco, senza conseguenze; gli stessi facevano esplodere nel proprio settore un petardo di notevole potenza; perché al termine della gara numerose persone non identificate, ma riconducibili alla società, dopo avere minacciosamente accerchiato l’arbitro che rientrava negli spogliatoi, ne ritardavano l’ingresso e gli rivolgevano reiterate frasi offensive e minacciose; in particolare alcuni addetti alla sicurezza colpivano l’arbitro con tre calcetti all’altezza dei polpacci. 
Foggia € 5.000,00 perché propri sostenitori introducevano ed accendevano nel proprio settore numerosi bengala e fumogeni, alcuni dei quali venivano lanciati nel recinto di gioco, senza conseguenze; gli stessi facevano esplodere quattro petardi, due nel proprio settore, uno nel recinto di gioco ed uno sul terreno di gioco, senza conseguenze; i medesimi sostenitori due volte durante il secondo tempo di gara lanciavano sul terreno di gioco una notevole quantità di materiale cartaceo che costringeva l’arbitro a sospendere la gara, una prima volta per circa cinque minuti ed una seconda volta per circa sei minuti, per permettere la rimozione di tale materiale; nella seconda occasione venivano anche lanciate sul terreno di gioco numerose bottigliette semipiene, senza conseguenze. 
Pescara € 1.500,00 perché propri sostenitori in campo avverso introducevano e accendevano nel proprio settore quattro fumogeni; gli stessi lanciavano sul terreno di gioco una bottiglia piena d’acqua, senza conseguenze; un isolato sostenitore verso il termine della gara scavalcata la recinzione entrava sul terreno di gioco, prontamente fermato dalle forze dell’ordine, costringendo l’arbitro ad una breve sospensione della gara. 
Reggiana € 750,00 perché propri sostenitori introducevano ed accendevano nel proprio settore due fumogeni, e lanciavano sul terreno di gioco una bottiglia piena d’acqua, senza conseguenze. 
Verona € 500,00 perché propri sostenitori introducevano ed accendevano nel proprio settore tre bengala e facevano esplodere nel recinto di gioco un petardo, senza conseguenze. 
Rimini € 300,00 perché propri sostenitori in campo avverso introducevano, accendevano e lanciavano sul terreno di gioco un fumogeno, senza conseguenze. 

 
DIRIGENTI: INIBIZIONE FINO AL 31 AGOSTO 2010 E AMMENDA € 5.000,00: 
Riccardo Fusiello (Andria BAT) perché al termine della gara contribuiva alle manifestazioni di protesta di numerose persone, indebitamente presenti negli spogliatoi, che accerchiavano l’arbitro rivolgendogli frasi offensive e minacciose; lo stesso, in particolare si posizionava avanti la porta dello spogliatoio dell’arbitro, impedendogli di entrare, rivolgendogli reiterate frasi ingiuriose, offensive e minacciose (sanzione aggravata per la sua qualità di dirigente addetto all’arbitro). 

SQUALIFICA PER DUE GARE EFFETTIVE: 
Adriano Mezavilla (Andria BAT) per comportamento offensivo verso la terna arbitrale

Roberto Colussi (Virtus Lanciano) per comportamento offensivo verso l’arbitro. 

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER DOPPIA AMMONIZIONE: 
Luigi Di Simone (Andria BAT) entrambe per condotta scorretta verso un avversario. 
Marco Pomante (Andria BAT) per condotta scorretta verso un avversario e per condotta non regolamentare. 

CALCIATORI NON ESPULSI: SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (XI INFR): 
Domenico Di Cecco (Virtus Lanciano)  

SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (VIII INFR): 
Stefano Lorenzi (Spal)  
 
SQUALIFICA PER UNA GARA EFFETTIVA PER RECIDIVITA’ IN AMMONIZIONE (IV INFR): 
Giuseppe Pugliese e Giuseppe Russo (Verona)  
Gabriele Puccio (Portogruaro S.) 
Mirko Taccola (Potenza)  
Pierluigi Borghetti e Nicholas Costantini (Ternana)  
 
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (X INFR): 
Gianluca Bacchiocchi (Cavese)  
 
AMMONIZIONE CON DIFFIDA (VII INFR): 
Luca Ceccarelli (Verona)  

AMMONIZIONE CON DIFFIDA (III INFR): 
Fernando Spinelli (Cavese)  
Matteo Cavagna (Ravenna)  
Luca Ferrari (Reggiana)  

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina