Tutte 728×90
Tutte 728×90

Il Cosenza tra Giannini e Atzori, mentre Pellicori è pronto a tornare

Il Cosenza tra Giannini e Atzori, mentre Pellicori è pronto a tornare

Il tecnico ex Catania: “A Cosenza verrei senza problemi, ma serve un progetto serio che punti alla promozione”. Il bomber: “Verrei di corsa, questo sia chiaro a tutti”

gianluca_atzori1

Il tecnico ex Catania
 Gianluca Atzori

La trattativa con Giuseppe Giannini è ufficialmente avviata. A confermare tutto ci pensa Luca Pagliuso: “Ha chiesto dieci giorni di tempo”, spiega il gm cosentino “per adesso ha detto no a tutte le squadre di prima divisione che lo hanno interpellato mentrc al Cosenza ha lasciato una porta aperta”. Subito dietro Giannini, nelle preferenze dalla società rossoblù c’è Gianluca Atzori, 39 anni, ex Ravenna e Catania. “Sono stato al “San Vito” quando indossavo la maglia della Reggina, dell’Empoli, del Perugia e della Ternana – ricorda atzori dalle pagine di Gazzetta del sud – ho un altro anno di contratlo con il Catania ma questo non sarebbe un ostacolo per venire a Cosenza. Conosco bene Roselli e Ungaro per averli avuti a Ravenna”. Atzori ha avuto altre offerte da squadre di serie B. “Ma sono importanti i programmi di una società non la categoria – chiarisce – a una società di B che cerca la salvezza preferisco una squadra di prima divisione che punta alla promozione”. Dal Quotidiano invece arrivano segnali d’amore importanti da parte di Alessandro Pellicori. A Cosenza l’attuale attaccante del Mantovà potrebbe ritrovare tante motivazioni ed esser partecipe di un progetto vincente. Forti indizi fanno pensare che possa essere lui la punta di diamante della prossima stagione. “Ho avuto contatti con Luca Pagliuso – dice il bomber – ma abbiamo rimandato tutto alla fine della stagione di serie B, come è normale che sia in questi casi. Ancora è prematuro parlarne. Se mi farebbe piacere vestire di nuovo la maglia del Cosenza? Certo, penso che sia una cosa sottintesa. E’ la mia città, la squadra per cui ho sempre tenuto e nella quale sono cresciuto calcisticamente”. Eppure lo scorso anno in molti sono rimasti delusi dal fatto che Pellicori a un certo punto abbia scelto l’Inghilterra e non il rossoblù. “Nel momento in cui mi è arrivata l’offerta di Briatore per il Queens Park Rangers – sottolinea Pellicori – non mi era ancora stata formulata alcuna offerta dal Cosenza, dove i programmi erano quelli di una squadra giovane, costruita per centrare una salvezza tranquilla. A quel punto ho accettato l’offerta inglese. Ho preferito qualche certezza in più. In quel momento ho rifiutato tutte le proposte che avevo in Italia. Purtroppo non è andata benissimo perché 1’allenatore mi vedeva poco e a gennaio sono passato in prestito al Mantova, che ha anche il diritto di riscatto. Ecco, bisognerà pure vedere le due società cosa vorranno fare: chi deciderà di riscattarmi. Il futuro ancora non si può dire che sia scritto. Ma a Cosenza verrei di corsa, questo sia chiaro a tutti. Anche perchè so che i programmi sono ambiziosi e le certezze ci sono”. (co. ch.)

Related posts