Tutte 728×90
Tutte 728×90

Zavaglia: “Cosenza potrebbe essere la piazza giusta per Giannini”

Zavaglia: “Cosenza potrebbe essere la piazza giusta per Giannini”

Il procuratore promuove il suo assistito ma detta le condizioni. “E’ un tecnico in ascesa e vuole la Serie A. Ha bisogno di un progetto serio e di una rosa ambiziosa”.

zavaglia

Il famoso procuratore Franco Zavaglia

Un eventuale trasferimento di Giuseppe Giannini a Cosenza passa inevitabilmente da Franco Zavaglia, procuratore del “principe” e di altri importanti interpreti del panorama calcistico italiano. “E’ innegabile che il mio assistito è stato ed è cercato dal sodalizio rossoblù. Giannini è un tecnico giovane e preparato ed ha anche tante altre proposte”. Ci pensa il procuratore dell’ex capitano della Roma a spiegare le caratteristiche del principe. “Giannini esprime al meglio le qualità che deve avere un allenatore moderno. Inoltre ha dimostrato nell’ultima stagione a Gallipoli di poter fare grandi cose e sono tante le società che lo stanno corteggiando per affidargli il posto in panchina”. Motivo questo, che inevitabilmente ostacola la trattativa fra il club di Viale Magna Grecia e il suo assistito. “Il Cosenza cerca un allenatore valido e Giannini è un tecnico in ascesa ed è normale che vuole avere a disposizione una rosa competitiva. Lui vuole approdare in Serie A nel giro di pochi anni e a parer mio Cosenza sarebbe un’ottima piazza per uno come lui che ha dimostrato personalità e grosse capacità. E’ importante però, trovare una società con programmi seri ed ambiziosi perché ha chiamate anche dalla Serie B e valuteremo quale club ha le carte in regola per metterlo nelle condizioni di svolgere al meglio il suo compito”. E’ ancora un rebus quindi, il futuro del prossimo tecnico rossoblù. Discorso inverso invece per Fanucci e Marsili, due calciatori che Zavaglia ha sotto procura. “Il centrocampista tornerà sicuramente alla Roma. Era a Cosenza in prestito ed ha trovato poco spazio ma la carta d’identità parla per lui e non avrà problemi ad affermarsi altrove. Fanucci invece è un calciatore navigato e dopo tante esperienze positive e stagioni importanti è chiaro che abbia voglia di giocare. A Cosenza si è ambientato bene ma il suo futuro è ancora da decifrare perché spero possa avere garanzie altrimenti un calciatore come lui non avrà problemi ad accasarsi altrove”. Chiusura dedicata al suo rapporto con la società silana. “Io sono di origini calabresi – chiude da Rlb – ed incontro spesso i dirigenti rossoblù e con loro c’è un rapporto di stima. Ho sotto procura diversi calciatori e qualora la società dovesse chiedere informazioni a riguardo, valuteremo insieme le opportunità e la possibilità di mandare qualcuno a Cosenza. C’è un rapporto di stima e non è da escludere nessun tipo di collaborazione”. (Francesco Palermo)

Related posts