Tutte 728×90
Tutte 728×90

Carnevale dà i voti: bocciati Fiore, Porchia e Biancolino

Carnevale dà i voti: bocciati Fiore, Porchia e Biancolino

Il presidente rossoblù: “Mimmo Toscano pagò i problemi dello spogliatoio. Mirabelli? Negli ultimi tempi mi ha chiesto scusa dopo alcuni screzi”.

fiore_carnevale

Carnevale presenta Stefano Fiore

Questi di fine giugno sono giorni di esami e di voti e non solo per i ragazzi delle scuole. Anche nel Cosenza calcio si tirano le prime somme sui calciatori della scorsa stagione. A farlo è il presidente, Peppino Carnevale che dalle colonne di Gazzetta del Sud si esprime così su alcuni calciatori rossoblù: “Molti degli acquisti della stagione appena conclusa non hanno reso secondo le aspettative. Tornassi indietro non porterei a termine l’ingaggio di Fiore. Da un giocatore di grande livello ci si aspetta sempre qualcosa di straordinario. E invece non ha fatto nulla di eccezionale. Anche Porchia mi ha deluso”. Dietro la lavagna c’è anche il “pitone” Biancolino. Lui vorrebbe restare. Se fosse per Carnevale avrebbe già strappato il contratto che lega il bomber campano al sodalizio silano. “Ci tengo a precisare che si tratta di un ottimo giocatore. Ha segnato undici gol nonostante il ritardo di preparazione, gli infortuni e la lunga squalifica. Detto questo, non posso nascondere che si tratta di un elemento che può spaccare lo spogliatoio”. Dei tre solo Porchia è arrivato senza l’avallo di Carnevale che invece volle, e vi ricorderete le conferenze di presentazione, a tutti i costi Fiore e Biancolino. Finalino sul rientro di Toscano sul rapporto con Mirabelli. “Il tecnico lo stimo tantissimo. Ma ad aprile c’era bisogno di una scossa. Forse ha pagato quei problemi di spogliatoio enunciati prima. Il dg? Negli ultimi tempi mi ha chiesto scusa dopo alcuni screzi. Sta capendo i miei sacrifici”. Questa è la frase che stona però con quello che sta accadendo in questi giorni. Mirabelli e Carnevale pare che non si vedano e non si parlano da almeno tre settimane. Così’ come il presidente non riceve i vari Fiore e Porchia che invece chiedevano di incontrarlo. Sarà, ma ormai siamo abituati che intorno al Cosenza nei mesi di maggio e giugno accade tutto e il contrario di tutto. (Da. Ma.)

Related posts