Altri Sport

Trofeo delle Regioni. Calabria maschile nella storia: batte il Veneto e va in semifinale

Un primo set trascinante e di grande spessore tecnico, tattico ed agonistico apre la strada verso un successo strepitoso contro un Veneto di assoluto valore e di grandissimo futuro

Gara 1: EMILIA Veneto – Campania: 3-0 (25-15 25-14, 25-13)
Gara 2: CALABRIA – Campania: 3-0 (25-18, 25-14, 25-12)
Gara 3: CALABRIA – Veneto: 2-1 (30-28, 25-21, 19-25)

Calabria: Topa (5 punti), Lavia (cap. 16), Scopelliti (3), Ruggiero (6), Palmieri (14), Ritacco (5), Sardanelli (L), Tonietti, Barrecca, Catania, Finizzi, Presta. All.: Giacomo Bozzo
Veneto: Colarusso (4), Volpato (cap., 10), Mazzon (11), Marini (4), Benotto (9), Tovo (4), Milan (5), Nepitali (3), Bortolini (L), Ervas, Gasparini, Rotondi. All.: R. Barbon
Arbitri: Paola Lopis e Beatrice Cruccolini di Perugia Archiviate senza patemi le due gare contro una Campania apparsa stranamente remissiva rispetto al suo carattere storicamente combattivo, sia la Calabria che il Veneto si presentavano in campo consapevoli che la partita “vera” era quella che le vedeva di fronte: la vincitrice sarebbe entrata nell’Olimpo delle semifinali, mentre la perdente si sarebbe consolata con un piazzamento fra il quinto e l’ottavo posto.
Pronostico nettamente a favore del Veneto: la storia del volley e la stazza fisica dei giocatori lo imponevano. Dalla parte dei calabresi, però, c’era un piccolo-grande dettaglio: i ragazzi che oggi hanno 16 anni sono in gran parte gli stessi che, due anni fa, hanno vinto lo scudetto under 14 sotto i colori della Tonno Callipo di Mister Chirumbolo. L’allenatore, stavolta, è il tecnico della Cosmos di Cosenza, Giacomino Bozzo, che mette un po’ di peperoncino in più su un telaio ben collaudato.
Da citare, prima di pastdr_m-004-calabriasare alla cronaca, lo staff che lo segue e che è stato ottimo supporto per questo bellissimo torneo: Marco Mele come Dirigente, Aurelio Scionti e Saverio Ametrano come vice allenatori, Santino Barbuto, Antonio Valentini e Peppe de Fina come scoutmen: uno dei meriti di Bozzo è stato anche quello di essersi imposto nel creare un team più allargato rispetto ai canoni usati alle nostre latitudini.
La partita.
Veneto bellissimo a vedersi, con giocatori di gran classe, Calabria timorosa. Poi, un po’ alla volta, le schiacciate di Lavia (migliore dei suoi, alla fine) e la regia di Filippo Topa (splendido “peperino” di grande inventiva) davano fiducia ai propri compagni e la toglievano ai veneti, che da 16-11 al time out tecnico si ritrovavano appaiati sul 22 pari e poi sotto la Calabria sul 25-24.
Il primo set ball della gara era per la Calabria. Ma bisognava aspettare il quinto set ball, per urlare al cielo la gioia inattesa di un 30-28 tanto insolito quanto gustoso. Il secondo set, per quanto abbastanza equilibrato, vedeva i calabresi sempre più sicuri (anche i battuta ed a muro) ed il veneto molto timorosa e con tanta paura di sbagliare: 25-21 per la Calabria e festa in campo che gli arbitri dovevano placare con garbata fermezza: la Calabria era matematicamente passata come prima del girone ed era nei primi quattro posti del Trofeo delle regioni: una cosa mai successa, fino ad oggi.
Ora si trattava di giocare il terzo set, che i veneti giocavano con serietà e concentrazione, anche se i visi dei ragazzi lasciavano trasparire un disappunto per un epilogo che neanche il più pessimista dei tanti genitori/tifosi al seguito avrebbe mai immaginato.
Godiamoci questo risultato: alla semifinale con il Piemonte, in programma domani alle 15, al Palazzetto di viale  Sant’Angelo ci penseremo domattina.
Sergio Lionetti – Addetto stampa TDR 2010 Calabria

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina