Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lega Pro, ecco tutte le disposizioni sui giocatori under 23

Lega Pro, ecco tutte le disposizioni sui giocatori under 23

Per essere ammesse alla ripartizione dei corrispettivi federali per i giovani, le società da quest’anno dovranno obbligatoriamente schierare almeno due under giocatori 21 in campo

7_salandria_questa_volta_anticipato

Massimiliano Salandria, classe 1992

Nuova stagione, nuove regole. Il presidente della Lega Pro Mario Macalli ha comunicato le nuove disposizioni per la ripartizione dei corrispettivi federali alle società. Per poter beneficiare dei corrispettivi secondo il disposto del regolamento, viene posto da quest’anno l’obbligo per le società di Prima ivisione, del tesseramento di almeno 8 calciatori professionisti nati dopo il 1° Gennaio 1987 (under 23). Ogni società pertanto potrà tesserare un numero illimitato di calciatori ma, tra questi, dovranno essere compresi, continuativamente, dal giorno della disputa della prima partita di Campionato sino al termine della stagione sportiva 2010/2011, giocatori under 23. Ma il punto più interessante delle nuove disposizioni è il secondo. Infatti i club di Prima Divisione, per ottenere l’ammissione al beneficio dei corrispettivi, devono in ogni momento della gara impiegare almeno due giocatori nati dopo il 1° gennaio 1989 (under 21). Beneficeranno della ripartizione le società sportive che schiereranno, nelle partite di Campionato della stagione sportiva 2010/2011, calciatori nati dal 1° Gennaio 1987 in poi, e che abbiano, comunque, compiuto anagraficamente il 15° anno di età, di cittadinanza italiana, tesserati presso la FIGC quali professionisti, o giovani di serie, purchè l’utilizzo in gara sia avvenuto per almeno trenta minuti; in caso di sostituzione con altro calciatore appartenente alle classi che hanno titolo per beneficiare dei corrispettivi, i minuti effettuati dal calciatore sostituito saranno sommati ai minuti giocati dal calciatore subentrato. Quest’ultima circostanza costituisce condizione essenziale per l’acquisizione del beneficio di ripartizione. Questi i criteri principali per l’attribuzione. In più la Lega Pro ha diramato anche tutte le percentuali riferite ai premi di attribuzione. La più interessante riguarda la totalità del settore giovanile. Infatti i club che parteciperanno al Campionato Nazionale Allievi beneficeranno di una maggiorazione del 10% sul totale dei minuti giocati di cui al precedente punto. Lo stesso beneficio del 10% sarà riconosciuto alle società che disputeranno il Campionato Nazionale Giovanissimi. In caso di partecipazione a entrambi i campionati sarà riconosciuto un beneficio complessivo del 25%. Regolamentati, così come l’anno scorso anche i tesseramenti e i vari premi dei giocatori provenienti da società di categorie superiori. Il calciatore tesserato a titolo di “Cessione Temporanea” o “Trasferimento Prestito” e proveniente da società di Serie A e B per il quale non sia contestualmente previsto un premio di valorizzazione, non sottoposto a condizioni di sorta, di importo pari quantomeno alla somma lorda globale annua spettante al tesserato stesso, sarà escluso dal computo dei professionisti under 23 (status 09) per la ripartizione dei corrispettivi di cui al presente comunicato; così pure sarà escluso dal detto computo il tesserato in prestito oneroso da società di Serie A e di Serie B. I giocatori provenienti da società di Serie A o B per i quali non venga pattuito il premio di valorizzazione cosÏ come previsto nella precedente disposizione, non potranno concorrere a determinare il numero minimo di tesserati under 23 individuato nella premessa della presente normativa regolamentare. Saranno escluse dal beneficio, nella ripartizione dei corrispettivi federali, le società che rinunciano a partecipare ad una o più gare dei Campionati di prime e seconda Divisione o del Campionato Nazionale “ D.Berretti”. Saranno quindi escluse dalla ripartizione dei corrispettivi le società che nel corso della stagione 2010/2011 vengono meno al numero minimo dei calciatori professionisti under 23, in tale ipotesi le somme eventualmente gi‡ accreditate ed erogate alla società sportiva dovranno essere restituite alla Lega. Il Cosenza, cosÏ come lo scorso anno, punterà molto su giocatori giovani sposando in pieno il discorso relativo agli under. Anche perchè valorizzare giocatori giovani e di talento sembra essere una prerogativa importante di Mimmo Toscano. Lo scorso anno infatti nonostante le mille difficoltà, il club di Viale Magna Grecia è risultato il primo club italiano per minutaggio dei giovani cosidetti Under. A fine campionato infatti si è potuto contare su un “tesoretto” che ha sfiorato i 500mila euro. Cosa di non poco conto. Se a questi si aggiungono anche i premi “valorizzazione” dati dal Lecce per Gabrieli e dal Genoa per Scotto, ci si rende conto del gran lavoro svolto dallo staff tecnico del Cosenza. Per quest’anno la storia potrebbe ripertersi, e per questo che sul mercato si cercano al momento solo giovani di qualità che possono dare tanto alla squadra ma anche alla società. (Da.Ma.)

Related posts