Tutte 728×90
Tutte 728×90

C’è l’imprenditore Gatto con De Rose

C’è l’imprenditore Gatto con De Rose

Sarebbe il proprietario di Despar la figura grazie alle quale si starebbe concretizzando l’operazione. L’altra decina di potenziali soci sono tutti minoritari.

gatto-desparIniziano a trapelare le prime indiscrezioni su come Umberto De Rose stia conducendo la transazione con la famiglia Carnevale. “Non ci interessano le quote di Luca Pagliuso” avrebbe ribadito anche questa mattina, dato che acquisendo quelle dell’ex patorn il suo gruppo avrebbe la maggioranza assoluta del club. Probabilmente non ci saranno intoppi ed anche Pagliuso uscirà dalla società visto che non è allettato dall’idea di restare con un misero 10%. La novità più grossa, però, è quella dell’imprenditore cosentino Antonio Gatto (foto tratta da ilquotidianodellacalabria.it), proprietario dell’impero Despar. La frase pronunciata da De Rose qualche giorno fa, “parlerò con un cosentino che si trova al nord” è stata interpretata male perché  si riferiva a quanto pare all’industriale che in quel preciso momento si trovava al settentrione e non che fosse stata contattata qualche azienda milanese o veneta. Gatto ha un peso specifico importante non solo in Calabria e Basilicata, ma anche nel panorama nazionale. Sarebbe lui, pertanto, il vero asso nella manica di Umberto De Rose che conta in giornata di chiudere la trattativa e dare a Mirabelli mandato per presentare Toscano ed iniziare a fare il mercato in autonomia. Gli altri imprenditori cooptati parteciperebbero all’affare con somme di danaro minoritarie. Usando sempre il condizionale (per eliminarlo basterà attendere ancora quealche ora), nel futuro prossimo potrebbe cambiare anche la sede del ritiro, qualcuno dice nuovamente in Umbria, ma ciò che appare scontato è quantomeno uno sponsor sulla maglia con il logo della Despar.  (co. ch.)

Related posts