Tutte 728×90
Tutte 728×90

Pagliuso chiarisce: “Se la società sarà orizzontale anche io al 10%”

Pagliuso chiarisce: “Se la società sarà orizzontale anche io al 10%”

Il gm: “Non si discuterà delle quote di Carnevale o delle mie. L’analisi di cessione deve essere globale. Non esiste che io copra il 43,5% mentre gli altri molto meno”.

pepp_pagliuso

Luca Pagliuso, general manager rossoblù

Luca Pagliuso viene intercettato un attimo prima che si chiuda in riunione con gli altri soci e spiega con molta franchezza cosa potrà avvenire oggi pomeriggio. “De Rose è una persona eccezionale, di grande livello. Non è ipotizzabile come ho letto stamattina che tra me e lui ci siano rilanci e controrilanci. La verità è una sola: Carnevale ha espresso il desiderio di volere lasciare e Umberto la volontà di rilevare. Questi sono i fatti. Prima di procedere all’iscrizione tra i due c’è stata solo una chiacchierata, poi, una volta risolti i problemi con la fidejusisone, la discussione è ripresa”. Il primo round è stato ieri sera, mentre alle 15,20 è iniziata la seconda parte, quella decisiva. “Ieri si sono sviluppati ragionamenti in un clima cordiale, senza nessuno screzio. Si sta cercando di fare le cose per bene”. Poi arriva il chiarimento più importante. “Non è ipotizzabile che io mantenga il 43,5% perché ho spiegato che se si prefigura una società orizzontale con dieci soci al 10%, perché io dovrei mantenere quattro volte tanto ed impegnarmi per quella cifra?” Ragionamento sacrosanto che viene approfondito subito dopo. “Non è vero altresì – dice da Rlb -che io voglia prevaricare sugli altri, non ambisco a poltrone, non l’ho mai fatto. Ieri si è discusso anche di questo. Io non vedo l’ora di scalare di quote perché danno responsabilità. Il punto però è che non devo essere io a cederle, ma deve essere qualcuno a prenderle. Sia chiaro che non si discuterà del blocco di Carnevale o del mio, ma si approfondirà un discorso globale. Oggi, ad ogni modo, si deciderà ogni cosa. Io in questi due mesi ho dato tanto, altrimenti il Cosenza era nella lista di quelle squadre che a settembre ripartiranno dall’Interregionale”. Chiusura sull’aspetto tecnico. “Stiamo lavorato poco. Aspettiamo innanzitutto gli  ingressi di nuovi soci, ma ad oggi c’è da dire che una squadra c’è già. I calciatori sotto contratto sono 21 e da quelli bisogna ripartire. Il Cosenza ha un organico ben definito, poi il mercato la modellerà meglio”. Subito dopo le porte si chiudono dietro di lui ed inizia il secondo tempo della partita.  (co. ch.)

Related posts