Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Covisoc esclude Salernitana, Arezzo e Foggia. Hanno tempo fino a sabato

La Covisoc esclude Salernitana, Arezzo e Foggia. Hanno tempo fino a sabato

Gli ispettori della Figc hanno evidenziato delle irregolarità per altri 24 club. In Prima divisione sono già fallite Gallipoli, Mantova, Perugia e Rimini.

pallone_lega_pro_umbroLe determinazioni della Covisoc rischiano, infatti, di provocare un’autentica ecatombe in Lega Pro. Dopo le dolorose rinunce di Gallipoli, Mantova, Perugia, Rimini in Prima Divisione e di Itala San Marco, Monopoli, Pescina Valle del Giovenco e Scafatese in Seconda, l’organismo di vigilanza della Figc ha colpito con la sua scure altri 24 club risultati non in regola con le normative federali previste per l’iscrizione al prossimo campionato. Si tratta di Arezzo, Cavese, Cremonese, Figline, Foggia, Real Marcianise, Salernitana, Spal, Triestina e Viareggio in LP1, e di Alghero, Cassino, Chieti, Fondi, Gavorrano, Legnano, Manfredonia, Olbia, Paganese (situazione risolvibile: agli azzurrostellati, infatti, viene solo contestata la mancata ricezione della nomina di amministratore unico e probabilmente saranno anche ripescati), Potenza, Prato, Pro Vasto, Pro Vercelli, Sangiovannese e Villacidrese in LP2. Tutti questi club potranno comunque regolarizzare la loro posizione entro le 13 di sabato 10 luglio. Le società bocciate a causa della mancata presentazione della fidejussione, dovranno invece produrre la garanzia bancaria entro venerdì 9 luglio. Entro domani, inoltre, i club di serie D interessati al ripescaggio in Seconda Divisione dovranno comunque completare l’iscrizione al campionato di competenza. Avranno poi tempo fino a venerdì 23 luglio per fare domanda di ripescaggio indicando, nel contempo, anche la struttura sportiva che ospiterà le loro gare casalinghe. (co. ch.)

Related posts