Tutte 728×90
Tutte 728×90

La Canna deluso: “Mi aspettavo qualcosa in più da Luca Pagliuso”

La Canna deluso: “Mi aspettavo qualcosa in più da Luca Pagliuso”

Il centrocampista cosentino dopo la rescissione del contratto: “Ho chiesto un piccolo ritocco al mio contratto che era al minimo e non mi hanno accontentato”

la_canna_gol

Mario La Canna durante
la scorsa stagione

Amareggiato e deluso, così si è detto Mario Lacanna oggi intervistato da Balla coi Lupi, su Rlb. Il calciatore cosentino ha rescisso oggi il suo contratto con il Cosenza, e questo non gli va giù. Per uno come lui che pur di scendere di nuovo nella sua città aveva deciso di firmare iun contratto al minimo sindacale, è dura da digerire questa esclusione. “Sono amareggiato perchè – ha detto Mario La Canna – ma aspettavo un trattamento diverso dai dirigenti. Lo scorso hanno per il bene del Cosenza ho accettato un contratto al minimo, ho chiesto un ritocco e mi è stato risposto di no”. L’amarezza per il cosentino doc è tanta. Qualcuno però lo ha deluso più di tutti: “Con Luca Pagliuso c’è un rapporto che va molto oltre il semplice rapporto lavorativo. Mi sarei aspettato da lui qualche cosa in più. Al di la del gol al Portogruaro e il fatto che ci abbia messo sempre la faccia, e mi sono sempre comportato da professionista, ero sicuro che con la presenza di Luca sarei riuscito a trovare un accordo con la squadra del cuore, ma non è stato purtroppo così Ma alla fine lui non è il presidente ma solo il genaral manager”. Eppure sembra che carnevale e Mirabelli gli avessoro comunicato di partire comunque in ritiro. “E invece no sono qui rimasto a casa. Anche perchè non potevo mica presentarmi col muso lungo e destabilizzare il gruppo. Auguro comunque al tecnico, ai ragazzi della squadra il mio in bocca al lupo per il campionato prossimo”. Intanto la “ciurma” rossoblù si è ritrovata quest’oggi all’Hotel Virginia di Casole Bruzio per il pre-ritiro. Tra volti corrucciati che non esprimevano certo felicità e mugugni vari, i calciatori sotto contratto sono stati ricevuti dal solo Mimmo Toscano. Nessun volto della società era presente, e la cosa non deve aver certo fatto piacere a giocatori e staff tecnico, con Mimmo Toscano che si ritrova già solo. La squadra ha iniziato il lavoro sul campo intono alle 17. Il gruppo è stato diviso in due tronconi. Toscano e il suo vice Michele Napoli hanno lavorato sull’aspetto tecnico, facendo svolgere ai giocatori una partitella a campo ridotto. Il preparatore atletico Roberto Bruni e il collaboratore Luca Altomare hanno fatto svolgere invece un lavoro specifico sulla muscolazione degli arti inferiori a carico naturale e sulla mobilità dell’anca. Presenti a bordo campo una ventina di tifosi. Erano assenti giustificati Biancolino, Salandria e Olivieri. I primi due si aggregheranno al gruppo domani, mentre per rivedere in campo il montenegrino (febbricitante) bisognerà attendere giovedì 15. Domani mattina Ungaro, Chianello, Viola, Adriano Fiore, Ceccarelli, Bernardi e Salandria si sottoporranno alle visite mediche, mentre il resto della rosa effettuerà sul campo i primi test atletici. Nel tardo pomeriggio la squadra al completo svolgerà una seduta di tecnica. (co.ch.)

Related posts