Tutte 728×90
Tutte 728×90

Come cambia il mercato del Cosenza

Come cambia il mercato del Cosenza

Il nuovo allenatore usa adottare strategie di gioco camaleontiche, riuscendo a passare in corsa da un modulo all’altro. Gli piace giocare con la difesa a tre.

favasuli_cavese1

Favasuli potrebbe vestire il rossoblù

Con Paolo Stringara non bisogna dare etichette ai moduli di gioco. Assieme a lui oggi saranno presentati, ore 15 a Camigliatello Silano, il vecchio numero uno dei Lipi Nicola Di Leo (vice e allenatore dei portieri),  il preparatore atletico Roberto Petrignani, più il nuovo team manager Alberto Urban. Da Cava fanno sapere che è un allenatore duttile e che riesce ad adattarsi con facilità alle situazioni di partita. E’ un amante della difesa a tre adoperata nel 3-4-3 o nel 3-5-2, ma sa far girare bene i suoi anche con il più classico degli schemi. Persona pacata e disponibile, è un allenatore che  sa alzare la voce al momento giusto negli spogliatoi facendo valere le sue decisioni. Alla Cavese ha risollevato una squadra che era sull’orlo del precipizio e l’ha condotta alla soglia dei playoff, insomma un lavoro certosino. Con Stringara sulla panchina del Cosenza è pressoché certo l’arrivo di Francesco Favasuli (27), centrocampista che nelle ultime due stagioni ha siglato otto reti. Altri pupilli del tecnico sono il forte esterno d’attacco Antonio Schetter (28) e il centrale difensivo Luigi Cipriani (30). Parallelamente, sabato quando arriverà la Juventus, si dovrebbe chiudere con almeno due tra Salvatore D’Elia (21), Ayud Daud (20), Oussama Essabr (21) e Iago Falquè (19). Sempre calde le trattative per Filippo Antonelli Agomeri (32) e Antonio Rizzo (29). In uscita da riallacciare le manovre per cedere Francesco De Rose (23) al Livorno e Alessandro Bernardi (24) alla Reggina.  (co. ch.)

Related posts