Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza: è un girone abbordabile, ma guai a dirlo in giro. Le reazioni

Cosenza: è un girone abbordabile, ma guai a dirlo in giro. Le reazioni

Il presidente Carnevale è il più schietto ed ammette: “Non è andata poi così male”. Castagnini vuole che la squadra continui a sgobbare e Stringara pregusta Zeman…

cs-kr

Il Cosenza all’attacco del campionato

Le reazioni dei dirigenti e del tecnico rossoblù non si fanno attendere. Il girone B, quello dove è stato inserito il Cosenza, sembra a prima vista un raggruppamento molto equilibrato dove non ci sono formazioni ammazza-campionato. Un anno fa Pescara e Verona fecero la parte del leone, adesso invece le posizioni di vertice sembrano più abbordabili in virtù del fatto che che i sodalizi più “temuti” (Verona e Cremonese, ndr) sono finti da un’altra parte. Giusto operare con oculatezza sul mercato, ma un investimento che dia una solidità vincente al gruppo, potrebbe essere la carta giusta. Castagnini ad ogni modo non si sbilancia. “Inutile affrontare discorsi che potrebbero essere smentiti da qui a qualche mese. L’anno scorso il Portogruaro ha insegnato tanto. L’importante è che la squadra continui a sudare come sta facendo: questo è il momento di rifornirsi di benzina per il campionato. Partiamo tutti alla pari, non vedo alcuna favorita”. Un sorriso però il presidente Carnevale lo abbozza. “Mi sembra un bel girone, no? Leggendo i nomi delle nostre avversarie pare che il Cosenza possa giocarsela fino in fondo dato che è tra le cinque-sei squadre più forti. Da parte nostra continueremo a rinforzare la squadra con la massima serenità”. Sulla falsa riga del dg è il tecnico Stringara. “Come ogni stagione i verdetti più importanti li emetterà il campo di gioco, ma in tutta onestà sarà bello affrontare Zeman. Sono curioso poi di vedere cosa faranno Taranto e Cavese”.  (co. ch.) 

Related posts