Tutte 728×90
Tutte 728×90

Cosenza, ecco cosa ti serve

Cosenza, ecco cosa ti serve

Dopo l’esordio stagionale in Tim Cup è più chiaro a tutti dove bisogna intervenire sul mercato. Al momento la rosa è quasi identica a quella della passata stagione. Intanto domani alle 11.30 presentazione della campagna abbonamenti

06_-_occasionissima_per_ciccio_de_rose

Un fotogramma di Cosenza-Lucchese

Stringara ha scelto il suo modulo, il 3-5-2, e fa bene a lavorare strenuamente per dare il giusto assetto alla squadra rossoblù. Tuttavia non c’è dubbio che ci siano ancora dei lavori in corso e guai se così non fosse: siamo soltanto ad agosto! Agli occhi dei tifosi la rosa del Cosenza è praticamente identica a quello dello scorso campionato, da qui lo scetticismo che ne deriva in seno a parte della tifoseria che comunque ha fiducia nelle capacità del direttore generale Castagnini. Il match contro la Lucchese oltre a mettere in evidenza una differenza di preparazione (in campionato la musica sarà differente, ndr) ha evidenziato alcune lacune in organico che vanno colmate immediatamente. Partiamo dalla retroguardia. Stringara ha schierato Raimondi sul centrodestra, Di Bari in mezzo e Musca a sinistra. Bene i primi i due, un po’ meno il terzo nonostante il gol. Considerato che Fanucci cerca un’altra sistemazione e che Porchia ha lavorato meno del resto del gruppo a causa di un infortunio muscolare, i Lupi devono prendere un altro marcatore puro. Un difensore che non badi a fronzoli e che faccia della grinta il suo cavallo di battaglia. Il 3-5-2 che ha in mente l’allenatore non prescinde da un trio di stopper arcigni che sappiano sbigarsela da soli in ogni occasione. Facendo un passo in avanti è cosa risaputa che i rossoblù cerchino un esterno (destro o sinistro che sia) che sappia fare egregiamente le due fasi. Con ogni probabilità ne arriverà uno destro perché, se Maggiolini e Giacomini non dovessero convincere, Bernardi potrebbe essere dirottato dall’altro lato. Attenzione però, serve qualcosa anche sulla mediana dato che è impensabile che si possa affrontare la prima divisione soltanto con tre centrocampisti centrali, Stefano Fiore escluso. Adriano Fiore, Roselli e De Rose giocano in ruolo dispendioso: sarebbe consigliabile un’altra pedina. Infine l’attacco. La seconda punta è fondamentale e sta alla base del discorso tattico. L’attaccante che verrà, dovrà possedere le caratteristiche di svariare su tutto il fronte dell’attaco e di buttarsi nello spazio. Solo facendo movimento in profondità permetterà a Fiore di verticalizzare l’azione e di creare pericoli.
CAMPAGNA ABBONAMENTI. Domani alle 11.30 nella sala stampa “Bergamini” dello stadio San Vito il Cosenza calcio 1914 presenterà la campagna abbonamenti per la stagione 2010/2011. A niente è valso il comunicato di ieri da parte del Collettivo Consentia Curva Sud e nei giorni precedenti del gruppo Curva Nord, contraria alla tessera del tifoso, che invitavano la società ad annullare la campagna abbonamenti per dimostrare vicinanza e solidarietà nei confronti degli ultras che hanno sempre sostenuto ed incitato la squadra. Curva Nord e Curva Sud anche durante la gara di Coppa Italia contro la Lucchese hanno deciso di rimanere al di fuori dello stadio per dare un segnale forte contro la tessera del tifoso. Un segnale, però, che molto probabilmente non è stato colto dalla società di viale Magna Grecia che nonostante tutto ha deciso ugualmente di far partire la nuova campagna abbonamenti.   (cosenzachannel.it)

Related posts