Tutte 728×90
Tutte 728×90

Perugini: “L’amministrazione comunale è vicina al Cosenza 1914”

Perugini: “L’amministrazione comunale è vicina al Cosenza 1914”

Ieri pomeriggio la presentazione della squadra a Palazzo dei Bruzi. Il dg Castagnini sottolinea: “Basta parole, per noi è tempo di iniziare a fare i fatti”.

presentazione_comune

I calciatori con alle spalle i tifosi

Era pieno il Salone di Rappresentanza di Palazzo dei Bruzi ieri pomeriggio per la presentazione della squadra. Al tavolo istituzionale sedevano di fianco al sindaco Perugini il patron Carnevale e il dg Castagnini; ai lati il presidente facente funzioni del consiglio comunale Ciacco, il tecnico Stringara, il team manager Urban e l’ufficio stampa Francesco Veltri. A prendere per primo la parola è stato Carnevale che ha aperto la nuova stagione in maniera ufficiale. “La squadra è quella vecchia per nove undicesimi, la rinforzeremo”. Poi è toccato al direttore generale. “Salendo queste scale mi sono affiorati ricordi bellissimi, ma il passato è passato e deve rimanere tale. Ora c’è un progetto nuovo del quale fanno parte un allenatore vincente, uno staff vincente e una squadra vincente. Io ho deciso di metterci la faccia e voglio che i miei giocatori gettino l’anima sul rettangolo verde. Non faccio proclami dicendo che vinceremo al 100%, potranno pure saltar fuori compagini che meriteranno più di noi, ma ciò che pretendo è il massimo da tutti. L’organico è incompleto e ci stiamo adoperando per rinforzarlo. Per noi è il momento di fare i fatti, basta con le chiacchiere”. Emozionato Stringara (“Allenare il Cosenza carica un tecnico di responsabilità ed io le accetto volentieri”), istituzionale Ciacco (“Esprimo a nome di tutti i migliori auguri per il prossimo campionato, saremo sempre al vostro fianco”). Il sindaco Perugini invece sceglie di approcciarsi con scaramanzia: “Quando avete portato il Cosenza in Comune, a giugno è stata sempre festa: mi auguro che ciò avvenga nuovamente. Vorrei sottolineare una cosa però. La società ha richiamato, nelle vesti di dirigenti, uomini che da calciatori tiravano fuori la grinta in ogni partita e spesso portavano a casa la vittoria in virtù di questo atteggiamento. Appese al chiodo le scarpette, sono certo che questa squadra nella squadra si farà valere anche dietro la scrivania. La presenza di tanti tifosi il 12 di agosto significa una cosa sola: il Cosenza desta più interesse che mai”.  (cosenzachannel.it) 

Related posts