Cosenza Calcio

Miccoli, Marulla e Tatti: quante emozioni al Liberati. I precedenti

 

Rossoblù in svantaggio nei match giocati a Terni. Una volta, avanti di due gol e con gli umbri in 9, finì 2-2 con doppietta dell’ex Fabris. Nel ’93 il blitz firmato Signorelli.

de_maria_attilioSono sedici i precedenti disputati dal Cosenza in trasferta con la Ternana. Nelle sfide giocate in Umbria, siamo seccamente in svantaggio. Soltanto due volte il Liberati è stato espugnato, mentre siamo andati ko sette volte ed altrettante abbiamo pareggiato. Non ci sorride nemmeno il computo delle reti: 20 gol subiti contro 11 realizzati. Per scovare il primo faccia a faccia, bisogna sfogliare a ritroso gli almanacchi fino alla stagione 1946-1947, con Attilio De Maria (un marziano dell’Ambrosiana Inter, nonché campione del mondo) in panchina: finì 4-2 nel girone C del torneo di serie B. A seguire si tornò in città con un prezioso 0-0. Nel ’67-’68 s’imposero nuovamente i padroni di casa per 1-0. Stesso risultato e stessa serie (C, girone C) nell’80-’81. Il primo successo si registrò nell’82-’83. Il 2-0 fu firmato di Truddaio e Conte, le Fere colsero tre legni. Nei due campionati seguenti arrivarano due pareggi: 0-0 e 1-1 con un preciso colpo di testa di un giovanissimo  Gigi Marulla. La stagione seguente un’altra sconfitta: 3-1, rete della bandiera di Del Rosso. Il secondo blitz del Cosenza si registrò in B nel 1992-1993: ci pensò Signorelli a sbrigare la pratica con un mancino teso e potente che concluse la sua corsa in fondo al sacco. Del ’97-’98 il testa a testa per la promozione in B, che poi arrivò per entrambe. A Terni fu 1-1 con acuti di Tiberi e Tatti. Tra i cadetti Buonocore, un grande ex, ci rimandò a casa con una doppietta ed un meritato 2-0 sul groppone. Pesante ko a seguire: 3-0 con Borgobello (doppietta) e Miccoli sugli scudi. Il Maradona del Salento si ripeté a distanza di qualche mese, ma ci pensò Savoldi su punizione a riequilibrare il match. Nel torneo successivo il amtch del Liberati passò agli annali per l’altalena di emozioni che generò il 2-2. Il Cosenza, in vantaggio 2-0 grazie ai gol di Mendil e Zaniolo e in doppia superiorità numerica, si fecero raggiungere da uno scatenato Fabris, ex dal dente avvelenato, che siglò il pari a tempo scaduto dopo aver accorciato le distanze. La stagione 2002-2003 fu quella della retrocessione per il Cosenza. Nell’ultimo confronto cadetto in Umbria risolse Borgobello di testa. Nella partita dell’anno scorso fu 0-0, ma Fanucci colse la traversa.  (cosenzachannel.it)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina