Tutte 728×90
Tutte 728×90

Bernardi: “E’ un buon pari ma poteva andare meglio”

Bernardi: “E’ un buon pari ma poteva andare meglio”

L’esterno del Cosenza: “Felice per la rete messa a segno ma resta il rammarico perché la squadra era in grado di gestire bene il vantaggio iniziale”.

cavese-cosenza_186

Bernardi stoppa la palla (fotorosito)

E’ l’uomo del match Alessandro Bernardi. L’esterno rossoblù, entrato in campo dopo il black out del Cosenza che ha fruttato il vantaggio della Cavese, ha iniziato a macinare chilometri e giocate interessanti, trovando anche una rete che vale un punto in una trasferta delicata. Bernardi è felice per il gol messo a segno ma non nasconde un pizzico di rammarico. “E’ chiaro che quando le partite si mettono male è importante riuscire a far punti e muovere la classifica. Dispiace però, perché la squadra era ben messa in campo e dava l’impressione di poter gestire bene il vantaggio. Purtroppo all’inizio della ripresa i padroni di casa sono riusciti a ribaltare il risultato ed abbiamo rischiato di tornare a casa con un pugno di mosche in mano. La squadra però non ha mollato e per la seconda volta in tre gare abbiamo mostrato a tutti che questo gruppo ha carattere e non molla mai. Il mio gol è il frutto della voglia di questo Cosenza di affrontare una stagione da protagonista”. Partita dai due volti quindi per la compagine di Stringara. Bernardi ricerca i motivi di un pareggio importante che lascia però l’amaro in bocca. “Sono certo che questo Cosenza ha grandissime qualità e grossi margini di miglioramento. La squadra è stata costruita a luglio e al termine della sessione di mercato sono arrivati nuovi innesti importantissimi. E’ normale quindi che bisogna trovare la giusta quadratura ma quando il gruppo dimostra di aver voglia di far bene e con un tecnico che sa fare bene il suo mestiere è lecito pensare che fin da subito sapremo fare la voce grossa”. E alla ripresa al San Vito arriva il Taranto. Il Cosenza è chiamato ad una gran prova per blindare il San Vito. Bernardi è fiducioso. “Bisogna coltivare l’entusiasmo dei tifosi e far capire a tutti che chi verrà a Cosenza dovrà sudare la maglia per provare a fare punti”. (cosenzacchannel.it)

Related posts