Tutte 728×90
Tutte 728×90

Sbadigli tra Cosenza e Taranto. Il match del San Vito finisce a reti inviolate (0-0)

Sbadigli tra Cosenza e Taranto. Il match del San Vito finisce a reti inviolate (0-0)

Il Taranto ha giocato meglio nel primo tempo, mentre nella ripresa non sono arrivate occasioni da rete. I rossoblù perdono per infortunio Bernardi e Adriano Fiore.

matteini_in_tackle

Matteini contrasta Cotroneo (fotorosito)

Gara decisamente insufficiente quella del Cosenza contro il Taranto. A fronte di un primo tempo di marca ospite, ne è scaturita una ripresa dove il possesso palla l’hanno avuta i padroni di casa, ma non hanno mai creato un’azione pericolosa. A parziale giustificazione della formazione di Stringara ci sono i due infortuni capitati nei primi minuti di gioco a Bernardi e Adriano Fiore che di fatto hanno scombussulato i piani dell’allenatore toscano che aveva disegnato una squadra dinamica. Da rivedere anche la condizione atletica della squadra che ancora non è affatto accettabile. CRONACA. Tocca ai padroni di casa a battere il calcio d’inizio, ma sono gli avversari che si portano subito nella trequarti avversaria. Al primo scatto Bernardi si fa male e dopo appena tre minuti lo sostituisce Musca. Il primo pericolo lo corre il Cosenza. Garufo trova spazio sulla destra ed affonda servendo nell’aria piccola Innocenti che da due passi calcia sull’esterno della rete. Al quarto d’ora ancora il numero dieci e Migliaccio sfiorano il vantaggio. Il Taranto è padrone del campo e a questo va aggiunto il secondo infortunio tra i Lupi. Va fuori anche Adriano Fiore per un guaio muscolare: entra Roselli. Al 23′ Petrocco vola su Antonazzo arrivato facilmente al limite dell’area di rigore. Due minuti dopo Matteini è servito da De Rose, non ci pensa due volte e scaraventa la palla verso l’inoperoso Bremec copendo l’esterno della rete. Stringara cerca di dare una scossa e cambia modulo: 3-4-3 con Musca più avanzato sulla destra e Raimondi al centro della difesa. Fino alla fine del primo tempo niente più da annotare. La ripresa inizia senza emozioni e così finisce: senza un tiro in porta. Cosenza da rivedere al più presto in attesa che l’infermeria si svuoti.

Il tabellino:
COSENZA (4-3-3): Petrocco; Bernardi (3′ Musca), Raimondi, Fanucci, Di Bari; De Rose, Coletti, A. Fiore (18′ Roselli); Mazzeo, Matteini (62′ Essabr), Degano. A disp: De Luca, Wagner, Olivieri, Martucci. All. Stringara
TARANTO (4-4-2): Bremec; Antonazzo, Migliaccio, Cotroneo, Rizzi (72′ Rantier); Garuso, Giorgino, Di Deo, Ciotola (62′ Crovetto); Innocenti (81′ Branzani), Ferraro. A disp: Barasso, Panarelli, Cutrupi, Taulo. All. Brucato
ARBITRO: Del Giovane di Albano Laziale
MARCATORI:-
NOTE:
Presenti circa cinquemila spettatori, in tribuna la dirigenza rossoblù al completo. Le due squadre in campo con delle maglie per Sarah Scazzi. Espulsi:- Ammoniti: Degano, Di Deo Corner: 4-3 Recupero: 3′

Related posts