Tutte 728×90
Tutte 728×90

Castagnini: “Non mi preoccupa la classifica. Su Stringara discorsi ridicoli”

Castagnini: “Non mi preoccupa la classifica. Su Stringara discorsi ridicoli”

Il direttore generale sgombra il campo da qualsiasi ipotesi. “Il tifoso è padrone di dire ciò che vuole, ma serve pazienza. Il Cosenza ha margini di miglioramento”.

castagnini-urban

Il dg Castagnini con Alberto Urban

In città si rincorrono mille voci, ma Cosenza è fatta così: prendere o lasciare. Basta poco per esaltarsi e ancor meno per abbracciare un pessimismo leopardiano che apre con estrema facilità delle brecce in seno ai tifosi rossoblù. Stamattina c’ha pensato il direttore generale Renzo Castagnini a fare il punto della situazione. Dopo aver condotto una campagna acquisti importante, il dg vuole raccogliere i frutti del suo lavoro. “Il Cosenza non è di certo quello visto in campo domenica. Non può esserlo per una serie di motivazioni, in primis il ritardo di condizione. Vecchi e nuovi calciatori rossoblù sono perfettamente in grado di fornire un rendimento decisamente superiore. Mi aspetto di più, ma la situazione per adesso non mi preoccupa”. Castagnini poi approfondisce il discorso. “Nello spogliatoio ho colto tanta fame di vittoria – dice dalle colonne di Gazzetta del Sud – ma molti fattori stanno nuocendo al nostro rendimento. Qualche problema c’è, inutile nasconderlo, e dobbiamo risolverlo. Non guardo la classifica ed è presto per parlare di distacchi dalla vetta”. Il finale è dedicato a Stringara, il tecnico dei Lupi che qualcuno ha frettolosamente messo in discussione. “Non lo è per niente. Sono ridicoli questi discorsi. Non credo che nei suoi confornti sia corretto, giusto e professionale dire certe cose. L’allenatore ha tutta la nostra fiducia e nemmeno ci sfiora il pensiero di cambiare. Il tifoso è padrone di dire ciò che vuole, ma non deve dimenticare che l’organico è stato completato solo da poco tempo ed ha margini di miglioramento. Ci vuole pazienza e il pubblico deve aiutarci».  (co. ch.)

Related posts