Cosenza Calcio

Il Cosenza con il cuore espugna il Porta Elisa (0-1). Lucchese ko

I rossoblù passano con Mazzeo, restano in nove difendono il risultato con una prova di grande carattere. Stringara è accontentato, questo squadra ha gli attributi.

rigore_mazzeo_a_lucca

Mazzeo firma il blitz (gazzettalucchese.it)

E’ un Cosenza immenso quello che ha superato oggi la Lucchese al Porta Elisa. Dopo un primo tempo ben giocato e chiuso in vantaggio grazie alla rete di Mazzeo, i silani nella seconda frazione subiscono l’iniziativa dei padroni di casa e sono costretti a giocare in nove a causa delle espulsioni di Degano e Matteini. La Lucchese ci prova e fino al 95′ gioca nell’area dei lupi che stringono i denti e portano a casa tre punti preziosissimi. Stringara e i tifosi possono essere soddisfatti. I lupi hanno fame. CRONACA. E’ il Cosenza a battere il calcio d’inizio e i rossoblù provano subito ad attaccare. Al 2′ Costantini conclude a rete su punizione ma Petrocco devia in corner. Sugli sviluppi dell’angolo padroni di casa pericolosi ma la difesa rossoblù respinge la sfera. Risponde il Cosenza che guadagna un corner con una azione orchestrata da Mazzeo e Degano. Nulla di fatto. Al 18′ Cosenza pericolosissimo. Degano offre un delizioso assist per De Rose che entra in area di rigore e batte a reta trovando un ottimo intervento di Pardini. Risponde la Lucchese con una conclusione di Carloto che colpisce male. Sul capovolgimento di fronte e Degano prova la battuta a rete, respinta dalla difesa di casa. Le squadre si sono allungate e il match entra nel vivo. Ci riprovano i rossoblù questa volta con Giacomini che trova il fondo e lascia partire un tirocross che impegna Pardini, come sempre attento. Al 28′ Bertoli tocca di mano la palla in area e il guardalinee segnala il calcio di rigore. Mazzeo si presenta alla battuta e fulmina Pardini. Rossoblù in vantaggio. Prova a rispondere la Lucchese e il Cosenza soffre un pò. Biggi entra in area al 31′ e si lascia cadere. Giallo per lui. Al 33′ ci prova Michelotti ma Petrocco è attento. Poco dopo lunga serie di corner per i toscani che guadagnano quattro angoli consecutivi. Sulla ripartenza gran contropiede del Cosenza ma Degano a porta vuota manca clamorosamente il raddoppio. Dopo due minuti di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi. Primo tempo giocato bene dai lupi, meritatamente in vantaggio. Le squadre tornano in campo e la Lucchese prova a pungere con Biggi che al 47′ si fa largo in area di rigore ma calcia alto. Il Cosenza controlla senza subire le iniziative dei padroni di casa. Al 55′ doppio cambio per Favarin che inserisce Grassi e Pezzi per Michelotti e Costantini. Stringara al 60′ inserisce Daud a far coppia con Essabr per sfruttare il contropiede. La Lucchese cerca il pareggio e colleziona un’altra serie di tre corner consecutivi. Da un calcio d’angolo nasce l’azione pericolosa con Pezzi che calcia forte ma trova un ottimo intervento di Petrocco, bravo a sventare la minaccia. Al 64′ buona opportunità per Musca che dal limite dell’area calcia a lato. Al 65′ dentro Matteini per Essabr. Al 70′ il Cosenza rischia grosso. Petrocco sbagli l’uscita ma Pezzi non riesce ad approfittarne. Al 72′ fallo ingenuo di Degano che raccoglie il secondo giallo e viene espulso. Favarin ci crede e manda in campo Taddeucci per Bertoli. Il Cosenza ora deve soffrire. Al 74′ l’arbitro concede un rigore inesistente alla Lucchese. Il guardialinee richiama la sua attenzione e il direttore di gara cambia decisione concedendo un corner. Poco dopo grossa ingenuità di Matteini che colpisce un uomo e viene espulso. Cosenza in nove. Ora è dura. Stringara si cautela inserendo Wagner per Daud. Sale la pressione della Lucchese. All’80’ ci prova Carloto ma Petrocco è bravo. Mancano 5 minuti e il Cosenza dovrà stringere i denti. All’85’ altra conclusione di Carloto che termina a lato. All 86′ miracolo di Petrocco che salva su una conclusione di testa di Marotta. Saranno cinque i minuti di recupero. Il Cosenza non riesce ad uscire dalla propria metà campo e si difende con i denti. Ci provano Carloto e Marotta, la difesa dei lupi tiene. E’ finita. Il Cosenza ha espugnato il Porta Elisa e lancia messaggi al campionato. (Francesco Palermo)

Il tabellino:

LUCCHESE (3-4-3): Pardini, Baldanzeddu, Bertoli, Petri, Lollini, Michelotti (55′ Grassi), Piccinni, Costantini (55′ Pezzi), Marotta, Carloto, Biggi. A disp. Pennesi, Bova, Pezzi, Mariotti, Grassi, Pera, Taddeucci. All. Favarin.
COSENZA (4-4-2): Petrocco; Musca, Fanucci, Raimondi, Di Bari; Degano, De Rose, Roselli, Giacomini; Mazzeo (60′ Daud, 76′ Wagner), Essabr (65′ Matteini). A disp.: De Luca, Scarnato, Wagner, Coletti, Olivieri, Daud, Matteini. All. Stringara
ARBITRO: Barbeno di Brescia
MARCATORI: 29′ Mazzeo (rig.)
NOTE: Osservato un minuto di silenzio per la vittima in Afghanistan. Presenti circa cinquemila spettatori di cui una cinquantina di Cosenza sparsi per i vari settori dello stadio. Espulsi Degano al 72′ per doppia ammonizione e Matteini al 74′ per fallo a palla lontana. Ammoniti: Biggi, Raimondi, Degano, Essabr, Petrocco.. Corner: 17-1 Recupero: 2′ pt. – 5′ st

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina