Tutte 728×90
Tutte 728×90

Lucchese-Cosenza: le pagelle

Lucchese-Cosenza: le pagelle

Prova esemplare della difesa che regge l’urto dell’attacco dei rossoneri. Voto alto anche per Paolo Stringara. Passi l’espulsione di Degano, non la follia di Matteini.

12_-_la_gara_si_complica_rossoa_degano

Barbeno espelle Degano (gazzettalucchese.it)

Il Cosenza riscopre la propria difesa. Tanto criticata e bistrattata l’anno scorso, adesso bisogna renderle merito. Segno che finalmente la retroguardia dei Lupi ha preso consapevolezza dei propri mezzi ed affronta gli avversari con autorità. Il match del Porta Elisa passerà alla storia come uno dei più belli e i tre punti come strameritati. Bene l’atteggiamento di tutti: era quello che voleva Stringara. Ovvero una squadra con gli attributi. Azzeccata la scelta di porre Musca ad uomo su Carloto. Mazzeo si sblocca, Essabr invece fa movimento. Ecco tutti i voti della contesa di Lucca.
PETROCCO: voto 7 Dice di no nel finale ad un tiro di Marotta e si rivela ancora decisivo per questo Cosenza. E’ essenziale disporre di un portiere come lui. 
MUSCA: voto 7,5 Si incolla a Carloto come un terzino vecchia maniera e lo annulla per tutta la partita. La migliore prestazione da quando veste il rossoblù.
FANUCCI: voto 7,5 Menomale che non stava bene. Si distingue non solo per come lotta sul rettangolo verde, ma anche per la veemenza che ci mette nell’andare ad intimorire gli avversari. Uno stopper vecchia maniera.
RAIMONDI: voto 7 E’ l’elemento che con la sua esperienza e la sua cattiveria agonistica ha fatto compiere il salto di qualità alla retroguardia dei Lupi. Del resto stiamo parlando di un argentino dall’anima latina.
DI BARI: voto 7 Dalle sue parti la Lucchese cerca di sfondare ripetutamente. Niente da fare però per Marotta e Biggi: sarà per la prossiva volta. Anche sulla fascia mantiene la posizione e limita gli errori. E’ in crescita.
DEGANO: voto 5 Espulsione a parte perché un doppio giallo in partita lo si può prendere, sbaglia un gol incredibile nel primo tempo e pecca di leziosismi. Un turno di riposo gli farà ritrovare la giusta verve.
DE ROSE: voto 7 Dovremmo copiare una pagella delle scorse settimane. Con la fascia di capitano al braccio Ciccio sta mantenendo degli standard elevatissimi.
ROSELLI: voto 7 Queste sono le partite che fanno per lui. Quando c’è da incollarsi agli avversari e rubare palloni basta chiamare il mediano di Acri. Gli calza a pennello il costume del lottatore.
GIACOMINI: voto 6,5 Attento in fase difensiva non macchia la propria prestazione come a Cava. In parità numerica crea il panico sull’out mancino, poi stringe i denti anche lui.
ESSABR: voto 6 Il talento marocchino parte dal primo minuto e si mette in luce con qualche dribbling. Ama scattare in profondità e se non fosse stato per la bandierina del guardalinee avrebbe fatto male.
MAZZEO: voto 7 Si sblocca l’attaccante salernitano. Per il Cosenza ed i suoi tifosi è una notizia bella quanto il successo del Porta Elisa. Non solo il gol, ma anche tanto sacrificio.
STRINGARA: voto 7,5 Pensare che qualcuno lo voleva in discussione. In settimana ha incassato le parole di elogio e di stima dei dirigenti e ha trovato l’ispirazione per schierare un undici energico. Perfetta la decisione di mettere Musca alle calcagna di Carloto. Adelante compañero!

subentrati:
MATTEINI: voto 4 L’arbitro era appena tornato sulla decisione di concedere un penalty alla Lucchese e lui si fa espellere. Inqualificabile.
DAUD e WAGNER: SV

Related posts