Tutte 728×90
Tutte 728×90

Mosciaro al vetriolo: “La dirigenza rossoblù non si è comportata bene”

Mosciaro al vetriolo: “La dirigenza rossoblù non si è comportata bene”

L’attaccante svela i retroscena del suo mancato trasferimento al Cosenza. “Eravamo vicini alla firma ma mi dissero che c’era un budget da rispettare. Poi a fine mercato hanno comprato giocatori con stipendi importanti. Mi hanno detto una bugia che fa male”.

mosciaro

Mosciaro si è reso pericoloso in poche occasioni senza pungere (foto mannarino)

E’ stato un incontro particolare per Manolo Mosciaro, cosentino doc che oggi fra le fila del Pisa ha affrontato la squadra della sua città. Il calciatore ex Catanzaro ha espresso le sue impressioni al termine del match, lanciando anche qualche frecciatina alla dirigenza rossoblù. “E’ stato emozionante scendere in campo al San Vito perchè pensare di dover fare gol al Cosenza non è il massimo per me. Sono un calciatore del Pisa però, ed il mio obiettivo era quello di far bene. E’ stata tutta la squadra ad offrire una gran prestazione perchè venire in un campo così e dominare per novanta minuti non è da tutti”. Ad onor del vero non si è visto per tutto l’arco del match un predominio netto da parte degli ospiti. Si sono sentiti chiaramente invece i fischi rivolti al calciatore, ex del Catanzaro. Mosciaro non sembra averne risentito. “Capisco la reazione dei tifosi perchè non è il massimo vedere un giocatore cosentino giocare nella squadra giallorossa. Io ho sempre detto che faccio il mio lavoro e le rivalità vanno oltre a tutto perchè sono un professionista che vuole il meglio per la società che lo compra. Inoltre sono approdato a Catanzaro in un momento particolare dove avevo bisogno di stare vicino a casa. I giallorossi mi hanno contattato e per quanto non è il massimo vestire quella maglia, non rinnego un passato che mi ha lanciato nella categoria in cui mi trovo”. Ritornando al match, il Pisa ha disputato una buona gara ma non riesce a far gol. L’attaccante spiega i perchè di questo momento negativo. “Dobbiamo stare tranquilli perchè questo fa parte del calcio. Ci sono partite in cui riesce tutto facile e gol arrivano anche in circostanze fortunose. Altre in cui fai di tutto ma non riesci a buttarla dentro. C’è da stare sereni però perchè siamo un buon collettivo e le reti arriveranno”. In chiusura arriva una frecciatina molto precisa nei confronti della dirigenza rossoblù. “Sono molto amareggiato perchè il loro comportamento mi ha lasciato di sasso. Siamo stati vicinissimi alla firma. Era praticamente tutto fatto ma mi dissero che c’era un budget da rispettare e saltò tutto. Poi in chiusura di mercato hanno acquistato giocatori con contratti onerosi dimostrando che erano in grado di comprare e anche bene. Mi hanno detto semplicemente una grossa bugia e non nascondo che sono rimasto male. Ora però mi trovo a Pisa e voglio far bene con questa maglia”. In bocca al lupo comunque ad un professionista serio che spera di vestire un giorno i colori della sua città. (Francesco Palermo)

Related posts