Tutte 728×90
Tutte 728×90

Stringara: “Il Cosenza non mi è piaciuto”

Stringara: “Il Cosenza non mi è piaciuto”

Ed aggiunge: “Mi prendo tutte le responsabilità, è stata una brutta partita ma è importante essere ancora lì nel gruppo che conta”.

stringara

Stringra, il suo Cosenza non va
come dovrebbe (foto mannarino)

E’ visibilmente amareggiato Paolo Stringara dopo l’ennesimo pari maturato fra le mura amiche. La sua squadra non è riuscita ad imporre il proprio gioco ed il tecnico nella sua disamina del match odierno ha parlato di un brutto Cosenza. “Non mi è piaciuta la squadra perchè la condizione del gruppo sta migliorando ed oggi avevamo i mezzi per trovare i tre punti. Dovevamo tirare fuori la voglia di vincere, la grinta e il coraggio ed ho visto solo a sprazzi queste qualità nella mia squadra. E’ normale che un allenatore non può e non deve ritenersi soddisfatto perchè il mio obiettivo è quello di trasmettere una mentalità aggressiva e vincete ai miei calciatori”. Chiara e precisa l’analisi di Stringara. Il Cosenza nel primo tempo ha giocato un buon calcio ma nella ripresa non è riuscito praticamente mai ad affacciarsi dalle parti di Lanni. L’allenatore lancia un messaggio ai suoi calciatori. “Oggi non abbiamo dato uno spettacolo degno del Cosenza. Questa squadra deve dimostrare voglia di vincere e cattiveria agonistica perchè in campionati del genere è troppo importante essere in partita sempre e imporre il proprio calcio”. Ha bisogno di un cambio di mentalità e di una iniezione di fiducia la truppa rossoblù. La spinta giusta potrebbe arrivare dal ritorno in gruppo di alcuni giocatori fondamentali nello scacchiere tattico dell’allenatore che attende novità dall’infermeria. “E’ normale che con tutti gli uomini a disposizione ho più opzioni e i risultati potrebbero anche essere diversi. Recuperiamo Degano e credo anche Stefano Fiore ed Ungaro. Tutte buone notizie ma ribadisco che è fondamentale pensare al gruppo e trovare la mentalità vincente. Io ho bisogno di tutti e sono contento per il rientro di Biancolino che in questa settimana dovrà trovare il ritmo giusto”. Chiusura dedicata alla difesa, reparto che dimostra solidità e concentrazione. “Sono contento che i numeri benedicono il lavoro svolto sul pacchetto arretrato. Sono contento che il Cosenza non subisca reti ma dobbiamo pensare a farle perchè altrimenti le partite non le vinci”. (co. ch.)

Related posts