Tutte 728×90
Tutte 728×90

Nel posticipo decolla il Taranto. Una rete di Ciotola stende la Cavese

Nel posticipo decolla il Taranto. Una rete di Ciotola stende la Cavese

I rossoblù salgono a quota tredici in classifica a -2 dalla capolista Atletico Roma che ha una gara in meno. I campani lottano ma non riescono a strappare un punto.

festa_taranto

Buona affermazione degli ionici

Allo “Iacovone” il Taranto si impone per 1-0 contro la Cavese al termine di un match sofferto e in cui i rossoblù non hanno brillato particolarmente. Ciò che conta, comunque, è aver conquistato vittoria che proietta gli uomini di Brucato al secondo posto in classifica, alle spalle della capolista Atletico Roma. La Cavese ci ha messo del suo: squadra ben messa in campo che non è riuscita ad approfittare di una prima parte soft da parte dei padroni di casa che, nella ripresa sono scesi in campo con più determinazione fino a trovare il gol del vantaggio. Un gol che ha sbloccato la squadra jonica: il Taranto,  infatti, chiude il match in crescendo senza correre grossi rischi dinanzi ad una Cavese che col passare dei minuti ha esaurito le proprie risorse creando, senza fortuna, una sola occasione per pervenire al pareggio con Schetter. CRONACA. Il Taranto vuol subito far capire chi comanda e dopo quattro minuti si rende pericoloso con un colpo di testa in torsione di Rantier che, servito da Garufo dall’out destro, gira a lato. Risponde subito la Cavese, un minuto dopo, con un tiro soporifero di Camillo Ciano che da fuori area costringe Bremec a rifugiarsi in calcio d’angolo. Al ventiseiesimo il Taranto fa tremare ancora la formazione campana: bella combinazione tra Rantier e Innocenti con quest’ultimo che verticalizza per Garufo, il cui tiro viene respinto con i piedi in fallo laterale da Pane. Al trentaquattresimo Marco Rossi è costretto ad effettuare la prima sostituzione: fuori in barella l’ex Napoli Troise, vittima di una botta alla testa subita qualche minuto prima in uno scontro di gioco, dentro il giovane D’Orsi, classe 91′. Subito un sussulto al primo minuto della ripresa. Rantier viene messo giù in area Cavese, l’arbitro lascia proseguire con la palla che taglia tutta l’area di rigore e arriva sui piedi di Garufo, che la mette in mezzo e lo stesso Rantier deposita in rete a porta sguarnita. Ma il gol è annullato per fuorigioco. Al quarto d’ora il Taranto passa: Antonazzo dalla corsia sinistra mette in mezzo un pallone rasoterra sui piedi di Garufo, il quale si accentra e tira in porta un pallone che si trasforma in un assist per Ciotola. L’ex Verona, infatti, si fa trovare pronto e deposita il pallone alle spalle di Pane. La Cavese abbozza una reazione ma non riesce ad impensierire concretamente il Taranto, trovando un Bremec sempre attento e una difesa che limita le percussioni dalle vie laterali degli esterni aquilotti.  Al cinquantesimo il Taranto potrebbe raddoppiare: Branzani fugge via sulla corsia destra e, con i suoi in superiorità, mette in mezzo un pallone che arriva sui piedi di Russo. La partita termina qui e lo Iacovone può far esplodere il suo urlo liberatorio: il Taranto è secondo. 

Il tabellino:
TARANTO – CAVESE 1-0
TARANTO (4-2-3-1): Bremec; Antonazzo, Migliaccio, Cotroneo, Rizzi; Giorgino, Pensalfini; Garufo (41′ st Branzani), Rantier (37′ Russo), Ciotola (32′ st Crovetto); Innocenti. A disp.: Barasso, Panarelli, Ferraro, Sabatino. All.: Brucato.
CAVESE (4-3-3): Pane; M. Ciano, Troise (34′ pt D’Orsi), Cipriani, Bacchiocchi; Alfano, Di Napoli (33′ st Santaniello), Siano (14′ st Zampa); Schetter, Turienzo, C. Ciano. A disp.: Botticella, Carbonaro, Citro, Sifonetti. All.: Rossi.
ARBITRO: Gianluca Barbiero di Vicenza

MARCATORI: 60′ Ciotola
NOTE: Spettatori 8123. Ammoniti: Di Napoli (CA), Rizzi (TA), Schetter (CA), C. Ciano (CA), Migliaccio (TA), Cipriani (CA). Corner: 2-4. Recupero: pt 2′, st 5′.
 

Related posts