Tutte 728×90
Tutte 728×90

Stringara pensa al 4-2-3-1. Cosenza a Barletta col lutto al braccio

Stringara pensa al 4-2-3-1. Cosenza a Barletta col lutto al braccio

Ancora fermo Raimondi, anche Essabr si è allenato a parte. La gambatura contro la Berretti di Gigi Marulla si è conclusa con il punteggio di 3-2 per la prima squadra.

alle_sanvito

Stringara strizza per bene i suoi

Il Cosenza questo pomeriggio si è ritrovato sul manto erboso dello stadio San Vito per disputare la consueta partitella infrasettimanale contro la formazione Berretti allenata da Gigi Marulla. Mister Stringara  ha schierato la squadra con un 4-2-3-1 con Galeano tra i pali; Musca, Di Bari, Fanucci e Giacomini sulla linea difensiva; Roselli e Coletti davanti a Daud, Mazzeo e Degano; Biancolino unica punta. Gigi Marulla dall’altra parte ha risposto con Petrocco; Filidoro, Napolitano, De Rose, Crispino; Sisca F., Naccarato, Lucca, Santoro; Franzese, Di Martino. La prima frazione  di gioco si è conclusa con il punteggio di 2-0 grazie al colpo di testa di Musca servito ottimamente da Degano e dal piattone di Daud che ha sfruttato al meglio un altro assist dell’ex giocatore del Crotone. Nella ripresa il tecnico di Orbetello, a causa delle tante assenze, ha dovuto inserire tanti giovani schierando in campo De Luca; Filidoro, Gabriele, Scarnato, Crispino; Olivieri, Lucca, De Rose, Martucci; Matteini, Gagliardi. Marulla, invece, ha mandato sul rettangolo verde Galeano; Sisca M., Terranova, Mauro, Maglione; De Rose, Piromallo, Sica F.; Franzese, Viscardi, Maestri. La sgambatura è durata una novantina di minuti ed è terminata con il risultato di 3-2 in favore degli uomini di Stringara. Nel secondo tempo per la prima squadra è andato in gol Matteini mentre per la Berretti le reti sono state siglate da Viscardi e Maestri. Non hanno partecipato alla partitella  Vagner, Ungaro, Raimondi, Essabr, Adriano e Stefano Fiore, Bernardi e Chianello. Vagner resterà fermo per due settimane a causa di una distorsione alla caviglia. Raimondi ed Essabr  hanno lavorato a parte insieme al professor Pincente per dei risentimenti muscolari e lo staff medico conta di recuperarli per domenica. Insieme a Raimondi ed Essabr hanno svolto lavoro differenziato anche Bernardi, Stefano e Adriano Fiore. Stefano Fiore e Bernardi dovrebbero rientrare in gruppo la prossima settimana. Per quanto riguarda Adriano Fiore, invece, lo staff medico nei prossimi giorni valuterà le sue condizioni per capire se potrà essere inserito già in gruppo la prossima settimana oppure  bisognerà aspettare ancora qualche giorno. Chianello ed Ungaro, infine, sono rimasti a completo riposo per i rispettivi infortuni. I lupi domani pomeriggio svolgeranno la consueta seduta di allenamento sul manto erboso del Sanvitino. Nel frattempo è arrivato l’ok della Lega per il lutto al braccio. Il Cosenza, pertanto domenica scenderà in campo onorando la memoria di Bruno Giorni, il suo più grande allenatore.
INSIEME PER L’UNICEF. Questa la nota del club “Anche nel campionato 2010/2011 il Cosenza Calcio 1914 aderisce alle manifestazioni dell’Unicef Italia. Tutti i calciatori rossoblu acquisteranno un’orchidea per sostenere l’iniziativa della ONG e si ritroveranno domani (venerdì 01 ottobre 2010 alle ore 14.30) sul campo di gioco dello stadio San Vito, insieme ai dirigenti della società, per scattare una foto ricordo che sarà utilizzata per veicolare il motivo dell’iniziativa: acquistando un’orchidea Unicef, come regalo per i propri nonni, si potrà contribuire a dei progetti che tendono a salvare la vita di oltre 200mila bambini in Africa centrale e occidentale. “Un gesto semplice ma significativo – si legge in una nota della società – un dono che può valere una vita. Per questo come squadra saremo sempre vicini a chi si occupa dei bisogni dell’altro e, soprattutto, in favore della vita”. Sempre nella giornata di domani, venerdì 01 ottobre, il Cosenza Calcio 1914 e la gioielleria Scintille di Cosenza faranno dono di un gioiello ad un tifoso rossoblu e ad un calciatore del Cosenza che si è particolarmente distinto nella partita di domenica scorsa contro il Pisa. L’iniziativa sarà ripetuta ogni qualvolta il Cosenza Calcio giocherà in casa. Il primo tifoso che sarà premiato, estratto a sorte tra quanti hanno acquistato un biglietto nell’ultima partita o sottoscritto un abbonamento, è il sig. Eugenio De Bonis. Il giocatore del Cosenza che si è, invece, distinto nell’ultima partita casalinga e che si aggiudica il premio messo a disposizione dall’azienda Scintille è il centrocampista Francesco De Rose, premiato con la motivazione di essere stato “il giocatore più generoso”. I premi saranno consegnati ai vincitori settimanali presso la gioielleria Scintille, sita in Via Montesanto a Cosenza, alle ore 18 di domani 01 ottobre 2010“.  (Antonello Greco)

Related posts