Tutte 728×90
Tutte 728×90

Berretti: Un buon Cosenza fa suo il derby con la Vigor Lamezia (3-1)

Berretti: Un buon Cosenza fa suo il derby con la Vigor Lamezia (3-1)

La doppietta di Matteini e il gran gol di Maglione regalano la vittoria ai rossoblù che hanno sprecato però troppe occasioni. Due espulsi da un arbitro apparso in confusione.

matteini_gol_berretti

Matteini porta in vantaggio il Cosenza
con una gran punizione (foto rosito)

Continua a far punti la Berretti rossoblù targata Marulla che questo pomeriggio ha regolato con un secco e meritato 3-1 i pari età della Vigor Lamezia. Il mister dei silani è costratto a fare i conti con diverse assenze ma manda in campo Matteini aggregato dalla prima squadra a guidare un undici organizzato in difesa e pronto a pungere in avanti. E parte subito bene la gara per il Cosenza che dopo cinque minuti passa in vantaggio. L’arbitro infatti assegna ai lupi un calcio di punizione e Matteini disegna una spledida traiettoria che si insacca all’ incrocio dei pali. Continuano ad attaccare i rossoblù e al 9’ arriva il primo di una lunga serie di errori offensivi. Matteini pesca con uno splendido passaggio filtrante De Rose che entra in area e calcia sul portiere. Al 16’ arriva la prima conclusione ospite con Conidi che scocca un tiro preciso e potente dai trenta metri, trovando i guantoni solidi di De Luca. Da quel momento in poi è solo Cosenza. La squadra di Marulla amministra il vantaggio e manca nuovamente il raddoppio con Matteini che al 35’ entra in area, dribla secco Caruso ma, a tu per tu con il portiere, si fa ipnotizzare sprecando la palla gol. Due minuti dopo il Cosenza fallisce una occasione ancor più clamorosa. Maestri sulla fascia destra attende l’uscita del portiere e pesca in area Viscardi che, da solo e a pochi passi dalla porta sguarnita, riesce incredibilmente a calciare alto. Si chiude così un primo tempo che sarebbe potuto finire con un vantaggio molto più ampio in favore dei padroni di casa. Nella ripresa il Cosenza parte subito forte e al 53’ arriva la prima decisione discutibile del signor Sicilia. Maestri infatti subisce un brutto fallo ma l’arbitro punisce Conidi con un rosso esagerato. Protestano gli ospiti ma al 17’ tornano in parità numerica. L’arbitro infatti si rende nuovamente protagonista in negativo sventolando un rosso a Francesco Sisca che nel cerchio del centrocampo aveva anticipato nettamente l’avversario trovando il pallone. La partita dopo questi due episodi si incattivisce e il Cosenza spinge per chiudere il match. Al 19’ ci prova Matteini che entra in area, cincischia e si fa recuperare da Caffarelli, sprecando così un’altra buona azione. Al 24’ però i lupi hanno l’occasione migliore per il raddoppio. Viscardi infatti si procura un rigore e va dal dischetto ma Fabiani è bravo a neutralizzare la conclusione dell’attaccante, sfortunato e in giornata no nel match di questo pomeriggio. Nell’azione seguente però arriva il meritato gol del 2-0. Maglione prende palla sulla sinistra e da vita ad una strepitosa azione personale conclusa con un preciso tocco sul palo più lontano. Applausi a scena aperta per l’esterno rossoblù, autore di una buona prestazione e di una rete spettacolare. Il Cosenza gestisce il vantaggio e cerca il tris ma al 38’ ancora Matteini manca il gol dopo una fuga sulla destra conclusa con un tiro sulle braccia del portiere. E chi sbaglia troppo alla fine paga e infatti gli ospiti al 41’ trovano la rete che accorcia le distanze con Catalano che calcia una punizione sporcata dalla barriera e solamente sfiorata dall’incolpevole De Luca. Allo scadere però il Cosenza ristabilisce le distanze con Matteini, bravo a raccogliere un perfetto lancio di Sisca e battere il portierone ospite con un preciso tocco.Termina così un match che ha regalato una vittoria meritata ai lupi. Il divario sarebbe potuto essere più largo ma i lupacchiotti di Marulla hanno sprecato davvero troppo. Resta però il sorriso al tecnico dei silani che avrà sicuramente visto una difesa rocciosa e sempre attenta e un centrocampo ricco di qualità e di buone individualità. Peccato per le occasioni sprecate da Matteini e da Viscardi e per la direzione di gara sicuramente discutibile. (Francesco Palermo)

Il tabellino:
COSENZA: De Luca, Sisca M, Maglione, Piromallo (59’ Naccarato), Terranova, Mauro, De Rose, Sisca F, Matteini, Maestri, Viscardi (80’ Franzese). A disp: Muto, Santoro, Napolitano, Di Martino, Perri. All: Marulla.
VIGOR LAMEZIA: Fabiano, Chirillo, Capparelli, Martino (79’ Colosimo), Caruso, De Martino M, De Caprio (66’ Cristiano), De Sensi, Tamburro, Catalano, Conidi. A disp: Montesanto, De Martino G,Saladini, Cappello, Tozzi. All: Gatto
ARBITRO: Sicilia di Cosenza
MARCATORI: 5’ Matteini, 70’ Maglione, 86’ Catalano (V), 89’ Matteini.
NOTE: Circa 200 spettatori nel complesso sportivo Marca. Amm: Sisca M, Mauro (C), Conidi, De Sensi (V). Esp: Conidi (V), Sisca F (C). Rec: 0’ pt, 3’ st.

Related posts