Cosenza Calcio

Quando al Puttilli scoppiò il finimondo. Barletta-Cosenza: i precedenti

La formazione pugliese è fra quelle affrontate più volte dai rossoblù. Nell’ultimo confronto decise una magia di Ciccio Mortelliti arrivato pochi giorni prima.

cosenza_calcio_1988-89

La formazione del campionato ’88-’89.
A Barletta il Cosenza perse 2-0

Sarà il confronto numero 26 in terra pugliese tra il Barletta e il Cosenza. Di fatto, la cinquantunesima volta che le due squadre si affrontano in campionato. Al Puttilli l’ago della bilancia pende dalla parte dei biancorossi che si sono imposti sugli avversari in 10 occasioni. I pareggi sono 11 e le vittorie del Cosenza 4. I due sodalizi si ritrovarono faccia a faccia per la prima volta in piena Seconda Guerra Mondiale. Il campionato di serie C (girone M) fu sospeso per il conflitto bellico, per cui il 4-0 con il quale i rossoblù strapazzarono gli avversari sarebbe servito solo per gli almanacchi. Le reti furono siglate da Bacin con un preciso rasoterra, da Saudati che si fece quasi metà campo palla al piede prima di infilare il portiere pugliese e poi concesse il bis nella ripresa e da Fusco al 78′. Seguirono due affermazioni dei padroni di casa (quella del 1958-1959 in virtù di un arbitraggio decisamente di parte) e sei pareggi consecutivi fino al nuovo blitz dei rossoblù. Correva la stagione 1970-71 e toccò Frisenda al 43′ gelare i tifosi barlettani. Due campionati dopo non basterà una rete di Biafora al 90′ per riequilibrare il punteggio: finirà 2-1. A quel ko ne seguirono altri tre (nel 1975-1976 segnò Codognato su rigore al 5′ ma perdemmo 5-1). La serie negativa fu rotta nel 1979-1980 grazie alle parate miracolose del portiere Pincitore che blindò lo 0-0. Nell’81-’82 il rettangolo verde disse nuovamente Barletta, così come nel torneo successivo per via di un autogol clamoroso di Vinti al 53′. Per ritrovare un successo dei Lupi si arriva al campionato 1990-1991, quello dello 0-2 a tavolino per intenderci. I tifosi rossoblù al seguito erano quasi un migliaio e quando Pistella portò in vantaggio i padroni di casa al 33′ aumentano il loro incitamento fino al pari di Aimo che giunse una manciata di minuti più tardi. Al 40′ il finimondo. Gabrieli disegnò una parabola velenosa che Vettore riuscì a far sua prima che varcasse la linea bianca. Per gli ultras del Barletta era gol ed in campo iniziano a piovere sassi e quant’altro. Dopo una breve sospensione Beschin di Legnano optò per riprendere le ostilità, ma mentre le squadre rientravano negli spogliatoi per l’intervallo piovvero ancora sassi. Bastò questo per decretare finita la partita e darla vinta al Cosenza. Altro successo nell’ultimo match disputato due campionati fa in Seconda Divisione. Padroni di casa in vantaggio col nigeriano Ike al 43′, ci pensarono Braca al 51′ e il neo-arrivato Mortelliti all’88 a regalare ai compagni tre punti preziosi in chiave promozione.  (cosenzachannel.it)

Mostra altro

Redazione Cosenza Channel

Cosenza Channel è una testata giornalista nata nel 2008 con l’idea di occuparsi principalmente delle notizie sul Cosenza Calcio. Il successo conseguito sin dai primi anni ha permesso alla testata di avviare una collaborazione televisiva per mandare in onda un format che parlasse di calcio, in particolare dei Lupi e poi delle altre squadre calabresi. La svolta arriva nel 2016, quando la redazione amplia i contenuti del portale d’informazione, pubblicando notizie di attualità. Il 5 settembre 2019 Cosenza Channel si trasforma completamente. Nuova grafica, contenuti esclusivi, con l’obiettivo di crescere e rendere un servizio informativo sempre più attendibile e di qualità.

Articoli correlati

Back to top button
error: Contenuto Protetto Da Copyright Cosenzachannel.it
Close

Adblock Rilevato

Supporta Cosenzachannel.it, disabilita il tuo Adblock per la nostra pagina