Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma lancia il Cosenza: “Ho visto più concentrazione nei ragazzi”

Somma lancia il Cosenza: “Ho visto più concentrazione nei ragazzi”

Il tecnico si dice soddisfatto della lavoro svolto durante la settimana e spiega: “Questa squadra è a trazione anteriore, serve trovare il giusto equilibiro”.

presentazione_somma

Mario Somma cerca i primi punti

Mister Somma, non sapendo della firma di Vannucchi con lo Spezia e, prima di iniziare la consueta conferenza stampa per parlare degli avversari di domani, ha commentato l’intervista di cosenzachannel all’ex centrocampista dell’Empoli. “E’ stato molto chiaro. Anche se non ha chiuso ad un possibile arrivo. Il Cosenza ha sondato il terreno per capire la disponibilità del giocatore a scendere in Calabria. Non c’è ufficialmente nessuna trattativa economica ma adesso spetta a lui prendere una decisione”. Chiusa la parentesi su Vannucchi, Somma ha parlato della sfida di domani contro la Nocerina. “Sarà una partita  tosta anche dal punto di vista del pubblico. Loro stanno attraversando un buon momento di forma e vengono da risultati positivi. Sono preoccupato per quanto riguarda la difesa perchè abbiamo gli uomini contati. La formazione è quella che avete visto in settimana con Fanucci al centro della difesa al posto dello squalificato Di Bari. In mezzo al campo ho ancora un dubbio che riguarda l’utilizzo di uno tra Coletti e Roselli. Ho notato un po’ di nervosismo in Coletti per questo nella seduta di ieri ho ritenuto opportuno concedergli una giornata di riposo”. Il tecnico di Latina, successivamente, si è soffermato sugli allenamenti svolti in settimana. “La concentrazione nei ragazzi è aumentata tanto rispetto alla scorsa settimana. Sto cercando di non dare ai giocatori la responsabilità del risultato ma della prestazione. Sono del parere che bisogna dare serenità alla squadra e durante gli allenamenti parlo tanto perché bisogna sempre supportare i ragazzi”. Per finire il sergente di ferro ha parlato di Biancolino, Mazzeo e del gruppo. “Biancolino non deve pensare alla fase difensiva ma soltanto a stare in area di rigore. Quando ritroverà il gol diventerà tutto più semplice. E’ un giocatore che bisogna sempre sostenere perché deve sentire attorno a sè la fiducia di tutti. Lo considero l’attaccante più forte della categoria. Mazzeo, invece, è molto più introverso e va sostenuto perché altrimenti perde tutta la sua creatività. Questa squadra ha una grande trazione anteriore e bisogna trovare soltanto l’equilibrio. La prima divisione è una categoria nella quale serve più forza che tecnica e posso dire, però, che questo gruppo ha una grande predisposizione al sacrificio”.  (Antonello Greco)

Related posts