Tutte 728×90
Tutte 728×90

Somma annuncia: “L’assetto tattico ok, ma domenica cambierò gli interpreti”

Somma annuncia: “L’assetto tattico ok, ma domenica cambierò gli interpreti”

Per il tecnico bisogna trovare la giusta medicina. E su Fiore: “Deve recuperare la giusta forma. Meglio tenerlo fuori una settimana e non perderlo per un mese”.

somma_mario

Il tecnico rossoblù Mario Somma

E ora di cambiare e Mario Somma lo fa capire senza mezzi termini. Non è tutto da buttare per il tecnico ma è arrivato il momento di trovare l’assetto giusto e, soprattutto, risultati e prestazioni convincenti. “E’ un momento delicato e bisogna trovare la medicina giusta per invertire rotta. Il primo passo da fare sarà variare gli interpreti del modulo. Se non dovesse cambiare nulla, adotteremo accorgimenti ed assetti diversi perché l’imperativo e far punti e giocare al massimo delle nostre potenzialità. Abbiamo bisogno di lavorare e migliorare sotto il profilo dell’intensità perché non siamo riusciti a tradurre in gioco e risultati tutto ciò che abbiamo studiato fuori. C’è da migliorare perché se non ci fosse stato Petrocco avremmo subito passivi più pesanti ed in avanti bisogna essere più concreti ed evitare di sprecare reti già fatte”. E poi rincara la dose. “L’impegno in allenamento, così come i dieci minuti giocati bene a Nocera e le giocate mostrate contro il Benevento non bastano. Non servono neanche a vincere le partitelle in famiglia. Questa squadra deve giocare con la giusta intensità per tutto l’arco del match perchè siamo in grado di farlo. E’ chiaro anche che qualcosa si è visto. La reattività della squadra è cresciuta ed è merito di Stringara che ha lavorato in modo da fare uscire le qualità del gruppo alla lunga distanza”. Ora però è il momento di centrare successi perché il bilancio dei punti è deficitario. Somma pensa a far lavorare il gruppo nella massima tranquillità. “E’ vero che abbiamo bisogno di risalire la classifica fin da subito. E’ altrettanto evidente che insieme ai tifosi, agli addetti ai lavori e alla società, soffrono anche i ragazzi per ciò che sta accadendo. Io dopo la sconfitta di Nocera sono stato anche tenero perché i ragazzi prendono bastonate da tutti. E’ anche giusto che sia così e che l’ambiente sia scontento ma io mi calo nei panni dei giocatori e voglio ribadire che tutti nel gruppo sanno di poter invertire marcia. C’è bisogno di lavorare, di mettere pressione agli avversari, di giocare più corti ed aggressivi”. Poi un pensiero su Giacomini e su Fiore, ancora non recuperato. “Il nostro esterno è uno dei giocatori più forti della categoria. Non ci sarebbe da stupirsi se in breve tempo dovesse calcare palcoscenici ambiziosi ma sa bene che dipende tutto da lui. Se prende troppi gialli è perché lotta e non si tira mai indietro. Per quel che riguarda Fiore, voglio chiarire che non ha ancora del tutto recuperato ma è sulla buona strada. Preferisco tenerlo fuori una settimana in più e non perderlo per un altro mese, pertanto attendo la sua completa guarigione”. (Francesco Palermo)

Related posts